Mes, rivolta dei parlamentari M5s. Lettera a Crimi e Di Maio: «No alla riforma o resterà bloccata alle Camere»

Mercoledì 2 Dicembre 2020
Mes, rivolta dei parlamentari M5s a Crimi e Di Maio: «No alla riforma o resterà bloccata alle Camere»

Rivolta nel Movimento Cinque Stelle contro la riforma del Mes. Lo chiedono 17 senatori e 52 deputati del Movimento 5 Stelle in una lettera indirizzata al capo politico Vito Crimi, ai capigruppo di Senato e Camera pentastellati, Ettore Licheri e Davide Crippa, e a esponenti del governo come il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il sottosegretario a Palazzo Chigi Riccardo Fraccaro. Secondo quanto si apprende, venerdì alle 20.45 di terrà un'assemblea congiunta in videoconferenza con Crimi, proprio per discutere della riforma del Mes in vista del prossimo Consiglio europeo.

 

Sabrina De Carlo si sfila

 

«Pur condividendo nel merito la proposta dei colleghi e appoggiando pienamente la posizione del MoVimento 5 Stelle di piena contrarietà all'uso di uno strumento che non risolverebbe i problemi del nostro Paese, accendendo un ulteriore debito, ho revocato la mia adesione alla lettera inviata onde evitare sterili strumentalizzazioni politiche». Lo dichiara la deputata M5S Sabrina De Carlo, a proposito della lettera contro la riforma del Mes inviata da un gruppo di parlamentari M5S ai vertici grillini.

 

«Da sempre ho sostenuto con forza le battaglie identitarie del MoVimento Cinque Stelle e ho accolto con favore la richiesta di approfondire all'interno del nostro gruppo le ragioni del No a una riforma del Mes che non potrà essere che peggiorativa, ragioni sostenute e rivendicate da tempo da tutto il MoVimento. Mi fa rabbia che questo diventi oggetto di becere strumentalizzazioni giornalistiche che puntano solo a dividerci e che nulla hanno a che vedere con il merito della questione. Da tutto questo mi dissocio completamente, evidenziando l'importanza di approfondire per tempo e con serietà una questione così delicata per il nostro Paese». Lo dichiara il deputato M5S Luca Carabetta, tra i firmatari della lettera contro la riforma del Mes inviata da un gruppo di parlamentari 5 Stelle ai vertici grillini.

Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 13:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA