Open Arms, Conte scrive ancora a Salvini: «Ue disponibile all'accoglienza dei migranti», la Guardia Costiera: «Sbarco possibile»

Open Arms, la Guardia costera al Viminale: «Nessun impedimento allo sbarco»
ARTICOLI CORRELATI
1
  • 3
Open Arms, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha scritto, in via riservata, una seconda lettera al vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini. L'oggetto principale della missiva, che fa seguito a quella a lui inviata da Salvini in risposta al post del premier su Facebook nell'infuocato scambio di Ferragosto, sarebbe la questione dei migranti. Il presidente del Consiglio ribadisce a titolare del Viminale «la disponibilità» alla redistribuzione dei migranti da parte dell'Unione Europea e la necessità di mettere in sicurezza i soggetti più deboli, soprattutto i minori.


La lettera di Conte riecheggia la nota della Guardia Costiera. «Per quanto attiene questo Imrcc non vi sono impedimenti di sorta» allo sbarco. Lo scrive il Comando Generale della Guardia Costiera al Viminale, al ministero delle Infrastrutture e a quello degli Esteri in relazione alla Open Arms chiedendo «con urgenza» una risposta sullo sbarco dei migranti.

LEGGI ANCHE Migranti, Ocean Viking tra Lampedusa e Malta: a bordo 356 persone tra cui 103 bambini

La richiesta del Centro Nazionale di Coordinamento del Soccorso Marittimo fa seguito alla diffida che i legali della Ong spagnola hanno inviato al Comando Generale chiedendo «di autorizzare senza ulteriore indugio l'ingresso della Open Arms nel porto di Lampedusa».

LA SITUAZIONE
La Procura di Agrigento, come apprende l'Adnkronos, ha disposto una ispezione medica a bordo della nave Open Arms della Sanità Marittima. Sulla nave Ong ci sono 134 migranti, tra cui 28 minori non accompagnati. Sono ore febbrili in Procura dove i magistrati che coordinano l'inchiesta per sequestro di persona e violenza privata stanno valutando i prossimi passi da fare.

Intanto altri nove migranti, tra cui due donne in avanzato stato di gravidanza e diversi bambini, sono stati evacuati dalla nave Open Arms per motivi medici. Le due donne sono state trasportate d'urgenza in elicottero a Palermo. «Una aveva ernia addominale enorme ed ha partorito con cesareo - spiega Open Arms - Evacuati anche un bambino di nove mesi con difficoltà respiratorie, possibile infezione vie respiratorie (bronchiolite), un uomo con tubercolosi polmonare avanzata, una donna con polmonite, una donna con problemi neurologici dovuti a storia pregressa di tumore celebrale, un uomo con otite media resistente a tre tipi di antibiotici e un uomo con una artrite dovuta a precedenti colpi arma da fuoco, e un uomo con una ferita chirurgica infetta». «Gli altri casi sono per motivi psicologici», spiegano.


 
Sabato 17 Agosto 2019, 00:57 - Ultimo aggiornamento: 17-08-2019 14:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-08-17 14:52:19
Ditegli che i minori può farli scendere perchè non hanno nessuna intenzione di fare il giretto sulle moto d'acqua della polizia.

QUICKMAP