Nasce il partito dei sindaci, si chiama Italia in Comune

Martedì 30 Ottobre 2018
La Camera dei Deputati

«Non seguiamo i sondaggi per andare dietro alla pancia delle persone, ma puntiamo a un'idea di Paese e a
un programma per raggiungerla». Lo ha detto Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, ex M5S, presentando in una conferenza stampa in Campidoglio il nuovo partito "Italia in Comune", insieme al sindaco di Cerveteri Alessio
Pascucci e all'ex consigliere dem Dario Nanni.

«Italia in Comune - ha spiegato Pizzarotti - è un progetto politico radicato sul territorio nato un anno fa da un'assemblea dell'Anci. Poi è arrivato lo statuto, la carta dei valori e abbiamo iniziato a lavorare sul territorio. Siamo già andati in quasi tutte le regioni italiane, il 18 novembre ci sarà il congresso in Puglia e sabato 10 ci
sarà la presentazione a Firenze per la Toscana. Tutto questo per raccontare chi siamo: siamo post-ideologici ma non come il M5S che punta a prendersi un pò di tutto, abbiamo dei valori su cui non deroghiamo e con chi vogliamo o non vogliamo interfacciarci».

Per Pizzarotti, presidente di "Italia in Comune" «abbiamo quattro valori fondamentali: siamo europeisti, pensiamo che l'Europa sia fondamentale ma va cambiata e resa più democratica; siamo per l'inclusione e l'integrazione, non per sollevare muri quando noi per primi siamo stati una nazione di migranti; siamo per la solidarietà e
per mettere le persone al centro; siamo per la tutela dell'ambiente e della cultura. Per tutto questo bisogna saper ascoltare i territori, che è il punto centrale della nostra ripartenza».

Ultimo aggiornamento: 21:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA