Uccise la moglie e vegliò il cadavere per 24 ore, condannato

Ernesto Cardosi e la vittima Anna Recalcati
di Marco Cusumano

Uccise la moglie e poi vegliò il cadavere per circa 24 ore, nella loro casa nel centro di Latina. Stamani Ernesto Cardosi, 74 anni, è stato condannato a 20 anni di carcere dal giudice Giuseppe Cario al termine del processo con rito abbreviato.

L'uomo, il 22 maggio 2016, uccise Anna Recalcati, 69 anni, con cui era sposato da 50 anni per "liberarla dal dolore della malattia" come lui stesso affermò davanti al giudice durante l'interrogatorio di convalida dell'arresto.

Dopo il delitto Cardosi tentò il suicidio ingerendo una notevole quantità di farmaci. Il figlio della coppia, preoccupato perché a casa non rispondeva nessuno, andò nell'appartamento di via Pisacane trovandosi di fronte alla terribile scena.
Lunedì 5 Febbraio 2018, 15:17 - Ultimo aggiornamento: 06-02-2018 09:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-02-06 09:12:39
ai delinquenti gli danno 5 anni per efferati delitti di innocenti, e questo signore anche se ha fatto un gesto deprecabile ma di immensa pietà, 20 anni, valla a capire la legge italiana.

QUICKMAP