Open Arms, la senatrice M5S Riccardi che ha votato no: «Crimi mi ha minacciata»

Martedì 26 Maggio 2020 di Simone Canettieri
Open Arms, la senatrice M5S Riccardi che ha votato no: «Crimi mi ha minacciata»

«Il M5S mi caccerà? Dormirò lo stesso». Alessandra Riccardi è la senatrice del M5S che in giunta ha votato contro l'autorizzazione a procedere per Matteo Salvini.

Perché senatrice vuole farsi cacciare?
«Hanno già iniziato ad attaccarmi, ma io ho votato secondo scienza e coscienza seguendo la Costituzione. Il M5S avrà questo coraggio». C'era un ordine di scuderia chiaro. «Io non seguo gli ordini di scuderia, anche su Diciotti e Gregoretti sono stata autonoma».

Dicono che  lei sia in odore di passare con la Lega: è vero?
«Parlo con tutti. Vedremo cosa succederà».

Ma ha subito pressioni da Palazzo Chigi?
«No».

E dai vertici del M5S?
«Sì, molte. Crimi mi ha detto che un voto in dissenso avrebbe complicato la trattativa all'interno della maggioranza e che avrebbe avuto ripercussioni sul governo. Ha molto insistito».

Si è sentita minacciata da Crimi?
«Sì, ma con me queste cose non funzionano». 

Ultimo aggiornamento: 13:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA