Parlamento europeo, Forza Italia rilancia azione dei moderati

La delegazione di Forza Italia al Parlamento europeo con Tajani e Martusciello assieme all'ex premier Mario Draghi
La delegazione di Forza Italia al Parlamento europeo con Tajani e Martusciello assieme all'ex premier Mario Draghi
Giovedì 10 Novembre 2022, 18:10 - Ultimo agg. 18:34
2 Minuti di Lettura

I moderati italiani rilanciano sui temi della coesione europea e del rapporto privilegiato con gli Usa. E in questo assetto anche la componente di Forza Italia in seno al Ppe vuole dire la sua e per questo riorganizza la propria rappresentanza al Parlamento europeo. In questa chiave va letta la nomina all'unanimità, da parte della delegazione di Forza Italia al Pe, riunita a Bruxelles in occasione della sessione mini plenaria, di Luisa Regimenti vice capo delegazione del partito azzurro. «L'eurodeputata, presidente nazionale onorario dell'associazione Medico Legale MeLCO medicina legale contemporanea e docente presso l'Università di Tor Vergata, alle ultime elezioni europee ha conseguito record di voti riportati nel Lazio e a Roma», fa sapere la delegazione azzurra al Pe. 

«Ringrazio il capo delegazione Fulvio Martusciello e i colleghi per la stima e la fiducia, un risultato che non avrei raggiunto senza il prezioso supporto del partito», ha affermato Regimenti. «I migliori auguri di buon lavoro alla collega Regimenti e complimenti per il risultato conseguito frutto del riconoscimento di tutti noi per il lavoro svolto in seno al Parlamento europeo. In Europa, in un momento storico difficile per il nostro Paese, lavoreremo insieme per rafforzare i nostri valori di riferimento», è stato il commento della delegazione di Fi.

Alcune settimane fa Regimenti è stata nominata membro effettivo della delegazione per le relazioni fra l'Ue e gli Stati Uniti, dopo l'elezione di Silvio Berlusconi e Antonio Tajani, rispettivamente al Senato e alla Camera dei deputati con Tajani poi investito del ruolo di ministro degli Esteri. Per quanto riguarda, infine, le relazioni con gli Usa, l'attività passerà per lo svolgimento di dibattiti, «ci confronteremo sui rispettivi sistemi legislativi - è l'auspicio d'intesa con la Farnesina - per scambiarci utili informazioni e per puntare a migliorare ancor di più i nostri storici e consolidati rapporti con gli Stati Uniti. Sono le relazioni di questo tipo che hanno permesso, dal dopoguerra ad oggi, di saldare un'alleanza così stabile e duratura».

© RIPRODUZIONE RISERVATA