La svolta rosa del Parlamento: mai così tante donne nella storia della Repubblica

di Marco Esposito

L'otto marzo può essere festeggiato con il record storico della presenza di donne in Parlamento: sfondata quota cento elette al Senato (saranno 108 su 315, 22 in più) e sfondata quota duecento alla Camera (217 deputate su 630, 19 in più). In termini percentuali in entrambi i rami del Parlamento la quota raggiunta è il 34%. Un passo avanti rispetto al 2013 e un enorme passo avanti rispetto al valore minimo del 2,8% toccato alla Camera cinquant'anni fa nel 1968. Paradossalmente l'anno che segnò la liberazione della donna.

In totale sono 325 parlamentari donne, cui si aggiungono le senatrici a vita Liliana Segre ed Elena Cattaneo. Con il 34% di presenza femminile l'Italia si colloca a metà strada tra Francia (38%, in rialzo con Emmanuel Macron) e Germania (31%, in calo con l'ultima vittoria di Angela Merkel).

Ma il risultato poteva essere ben più alto, oltre il 40%, se ci fosse stata una applicazione neutrale delle regole a tutela della parità di genere. Il sistema elettorale consentiva un'ampia presenza femminile per la quota di genere, perché si indica un minimo di rappresentanza per gli uomini come per le donne del 40% sia nei collegi uninominali - dove ha vinto chi ha preso un voto in più - sia nelle posizioni di capolista dei listini bloccati, dove c'è la possibilità di essere eletti se il partito supera lo sbarramento del 3% nazionale, con la certezza di farcela se il partito raggiunge almeno il 25%. La seconda regola del sistema elettorale prevede l'alternanza di genere nei listini. Tuttavia una terza regola - e cioè la possibilità di candidare la medesima persona in più posti, fino a un massimo di sei - è stata utilizzata da alcuni partiti per favorire l'elezione di candidati maschi.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 8 Marzo 2018, 10:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP