Salvini, bagno di folla ad Afragola: c'è pure chi gli bacia la mano

Foto da video Vista
10
  • 6045
Bagno di folla per il vicepremier Matteo Salvini in visita ad Afragola dove c'è stato anche chi gli ha baciato la mano. «L'accoglienza che ho ricevuto oggi ad Afragola, lo dico da ministro dell'Interno e da segretario della Lega, dimostra che stiamo lavorando bene» ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, parlando con i giornalisti poco prima di incontrare il commerciante che ha subito 12 rapine in tre anni. «Questa accoglienza fino a qualche anno fa era impensabile», ha proseguito il ministro, sottolineando che ciò lo rende «felice ma anche carico di tanta responsabilità».
 


Dalla folla è anche arrivata l'esortazione: «Non farci più pagare la scorta di Saviano". Sullo scrittore Salvini aveva anche detto: «Non me ne può fregare di meno di cosa dice Saviano, a cui auguro di fare fortuna con le parole ma il ministro lavora con i fatti. Il tempo che il buon Dio ci concede è cosi prezioso che non perdo tempo a risponde ai personaggi per i quali sbagli se vai, sbagli se non vai, se hai la giacca della Polizia o una maglia arancione», ha aggiunto Salvini. 

«Oggi è previsto l'arrivo ad Afragola del Ministro della Mala Vita per la sua solita e inutile passerella, magari in divisa - aveva detto Saviano -  Salvini ad Afragola racconterà bugie e chi conosce la storia politica del sud Italia questo lo sa perfettamente. Chi non la conosce, e si fa imbambolare dalla propaganda anti immigrati, sappia che il referente politico di Salvini ad Afragola è oggi Pina Castiello, incredibilmente Sottosegretario con delega al Sud; questo la dice lunga sulla sudditanza politica del M5S a Salvini e sulla totale inconsapevolezza di Di Maio e Fico che, almeno il loro territorio, dovrebbero conoscerlo...». Così in un post su Facebook lo scrittore che ha poi aggiunto «Pina Castiello ha avuto come padrini politici - scrive Saviano - Nicola Cosentino, poi Roberto Conte (condannato per associazione mafiosa, espulso dal centrosinistra e accolto nel centrodestra) ed è alleata dell'ex senatore Vincenzo Nespoli, più volte indagato dalla Procura napoletana, condannato in primo e secondo grado per bancarotta fraudolenta e per voto di scambio (su cui è intervenuta la prescrizione)». «Nespoli è uomo di Cosentino e di Cesaro, e Salvini, che vanta una lunga storia di odio e razzismo verso il Sud, ha raccolto le sue clientele politiche. Afragola è la prova lampante - scrive ancora - di come Salvini sia l'erede e, quel che è peggio, il garante della peggiore politica che ha regnato e spadroneggiato, insieme ai clan di camorra, al Sud negli ultimi decenni. Sarebbe questo l'impegno anticamorra del Ministro della Mala Vita?».
Venerdì 18 Gennaio 2019, 19:28 - Ultimo aggiornamento: 18-01-2019 19:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2019-01-19 18:20:22
agghiaggiande.....................
2019-01-19 17:18:45
qual tizio che ha baciato la mano, in quel momento, ha visto Salvini, come una specie di Salvatore. Questo la dice lunga sulle aspettative che hanno alcuni ns concittadini dall'attuale Governo. P.s. Non sto biasimando il gesto emozionale
2019-01-19 12:43:53
Non basta un ministro dell'interno con le palle come Salvini per estirpare la malavita al sud. Il problema è antropologico purtroppo
2019-01-19 11:48:00
Che vi piaccia o no questo é il primo governo da tempi biblici che fa qualcosa per il popolo .........
2019-01-19 00:09:57
Ed io Savià, con le mie tasse, ti devo pagare la scorta??? Ma vergognati! Vai a lavorare che non hai mai messo mano!

QUICKMAP