LO SCONTRO

Sciopero 17 novembre, Landini: «Confermata mobilitazione, stop trasporti ridotto a 4 ore». Salvini: «Ha vinto il buonsenso»

Tutti gli aggiornamento in tempo reale

Sciopero 17 novembre, Landini: su trasporti decisione alle 15.30. Precettazione è un atto grave mai successo prima
Sciopero 17 novembre, Landini: su trasporti decisione alle 15.30. Precettazione è un atto grave mai successo prima
Mercoledì 15 Novembre 2023, 08:52 - Ultimo agg. 16 Novembre, 09:29

Landini: sciopero ridotto da 8 a 4 ore

Per i trasporti lo sciopero di venerdì viene ridotto da 8 a 4 ore, dalle 9 alle 13, in conseguenza alla precettazione. Lo dice il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, in conferenza stampa con il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri. «C'è una ragione in più per confermare le mobilitazioni e gli scioperi. Contemporaneamente siccome siamo persone responsabili e facciamo i conti» con la precettazione, «ne prendiamo atto e lo sciopero nel settore dei trasporti sarà dalle 9 alle 13», afferma, così «tuteliamo i lavoratori», altrimenti esposti a «sanzioni economiche e penali».

Salvini: soddisfatto per riduzione dello sciopero

Il ministro dei Trasporti Matteo Salvini esprime «soddisfazione» per la riduzione dello sciopero dei trasporti da 8 a 4 ore annunciato dai sindacati dopo la precettazione. «Hanno vinto il buonsenso, i lavoratori e i cittadini. Non è messo in discussione il diritto allo sciopero» dice in una nota.

Salvini: non possiamo dipendere dagli umori di Landini

«La legge me lo permette, non abbiamo bisogno di blocchi, fermi e scioperi, ma di correre e produrre», dunque «ho firmato ieri sera l'ordinanza di precettazione dello sciopero» del 17 novembre, che sarà di 4 ore, perché «non possiamo dipendere dagli umori di Landini». Così il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini commenta, dal palco dell'Assemblea di Federmanager, a Roma, la decisione di intervenire sull'agitazione, citando il leader della Cgil Maurizio Landini.

Bombardieri: valutiamo come comportarci

«Il ministro Salvini è intervenuto riducendo da 8 a 4 ore» lo sciopero per il settore dei trasporti pubblici, «valuteremo tra qualche ora insieme alla Cgil e a Landini quale sarà il nostro comportamento, perché è chiaro che di fronte ad un atto di precettazione ci sono responsabilità e ricadute sui lavoratori, quindi valuteremo con l'obiettivo di tutelare i lavoratori».

Lo afferma il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, a Rtl 102.5, rimarcando che «lo sciopero generale è confemato».

Landini: precettazione è un atto grave, mai successo prima

La precettazione dello sciopero per il settore dei trasporti firmata dal vicepremier e ministro Matteo Salvini «è un atto grave, di assoluta gravità. Una limitazione del diritto di sciopero. Non è mai successo prima». Lo rimarca il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, ad Agorà su Rai3, confermando che «lo sciopero rimane in vigore: andiamo avanti» e che «lo sciopero è generale». «Stiamo scioperando perchè il governo non ci sta sacoltando, non sta discutendo con noi» e «chiediamo di cambiare» la manovra e le politiche economiche e sociali: «Il governo ha evitato di aprire una trattativa con noi» e portato avanti «incontri finti», ripete Landini.

Landini: Sciopero? Alle 15.30 valuteremo su trasporti

«Guarderemo questa mattina il testo della precettazione, Abbiamo convocato per oggi alle 15.30 una conferenza stampa con la Uil e discuteremo su cosa fare. Per quello che ci riguarda è confermato lo sciopero per tutti i settori, ma per quanto riguarda il settore dei trasporti vedremo cosa fare senza mettere in difficoltà i lavoratori, perché con la prescrizione del governo le misure riguardano anche i lavoratori, non solo i sindacati. Viene messo in discussione il diritto soggettivo, sancito dalla Costituzione, della singola persona di poter scioperare. Non lo aveva mai fatto nessun altro governo nella storia di questo Paese. È di una gravità assoluta». Lo ha detto il segretario generale della Cgil Maurizio Landini ad 'Agorà' su Rai Tre.

Scontro totale sullo sciopero generale di venerdì 17, per il quale è scattata la precettazione. Dopo un nuovo round con Cgil e Uil che confermano lo sciopero generale contro la manovra del governo Meloni, il vicepremier e ministro Matteo Salvini è intervenuto riducendo lo stop da 8 a 4 ore, dalle 9 alle 13.

© RIPRODUZIONE RISERVATA