Senatore D'Anna, frase choc:
​«Stupri? Donne stiano più attente»

Venerdì 15 Settembre 2017
All'indomani di alcuni tra i casi più odiosi di violenza alle donne, un senatore della Repubblica, Vincenzo D' Anna, spiega in un'intervista radiofonica, come le donne dovrebbero essere «molto più accorte e caute», scatenando l'ira e lo sdegno di molte parlamentari e dell'intero gruppo M5S di palazzo Madama. «Sono abbastanza vecchio - esordisce il senatore di Ala - per ricordarmi donne più accorte». «Una donna aggredita da un cingalese alle 3 di mattina un tempo non ci sarebbe mai stata», assicura. La donna, insiste l'esponente del gruppo di Denis Verdini, «porta con sé l'idea del corpo, della preda. Se si trova in periferia, sola in strada, può anche essere oggetto di aggressione. Non giustifico gli stupratori, ma serve attenzione e cautela da parte delle donne». E ancora: «Se una bella ragazza cammina da sola alle 3 di notte, magari vestita in modo provocante e si trova in determinati ambienti, si espone». Ma D' Anna, che fa tornare alla mente alcuni processi per stupro come quello di Montalto di Castro del 2007 in cui la vittima venne accusata di portare la minigonna e quindi di essersela cercata, prosegue spiegando come «il corpo della donna» sia «oggetto e fonte di desiderio da parte dell'uomo». «È un istinto, sarà primordiale, ancestrale», ma «servirebbe un minimo di cautela. Le donne lo devono pensare che c'è gente in giro che può fargli del male». «Certe volte - insiste - un tipo di abbigliamento e di contesto fa pensare che siano manifestazione di disponibilità». Insomma, osserva, «un poco di buonsenso e cautela, alle donne non farebbe male». Immediata la protesta delle donne Verdi che chiedono le dimissioni di D' Anna da senatore e di quelle di Mdp che parlano di «dichiarazioni gravissime» soprattutto perché arrivano da quello che dovrebbe essere «un uomo delle istituzioni». «Parole vergognose» incalza la presidente della Commissione sul femminicidio Francesca Puglisi (Pd). «Dovrebbe farsi vedere da uno bravo» è il commento del segretario di SI, Nicola Fratoianni. D' Anna, osserva il gruppo M5S, «ha superato ogni limite» anche se è «ormai noto il suo disprezzo per le donne». Il parlamentare infatti venne accusato nel 2015 dalla senatrice Barbara Lezzi di aver fatto «gesti triviali e sessisti in Aula».Ultimo aggiornamento: 16 Settembre, 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA