Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sicilia, si è dimesso il governatore Musumeci. «Mi ricandido? Bella domanda»

Giovedì 4 Agosto 2022
Sicilia, si è dimesso il governatore Musumeci

ll presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci ha annunciato le proprie dimissioni dalla carica con un post su Facebook, con il quale conferma anche l'accorpamento delle elezioni regionali con le Politiche: «Il 25 settembre in Sicilia - scrive Musumeci - si voterà anche per le elezioni regionali, oltre che per le politiche, come avverrà in tutta Italia. E' una decisione sofferta, meditata che ho adottato alcuni minuti fa dopo averci pensato per alcuni giorni. Non c'è nessun motivo politico alla fonte di questa decisione. Sono quasi tutte ragioni di ordine tecnico procedurale dettate dal buon senso».  Lo dice in un video postato su Facebook e sui canali social il presidente della Regione Nello Musumeci che in serata ha annunciato le proprie dimissioni dalla carica. 

Un election day che, secondo alcuni analisti, consentirebbe di sfruttare anche in Sicilia il traino del prevedibile successo elettorale di Giorgia Meloni, principale sponsor della ricandidatura di Musumeci dopo l'intesa siglata tra il movimento Diventerà Bellissima, fondato dal Governatore, e Fratelli d'Italia. Un modo insomma per rafforzare il proprio peso elettorale e, nello stesso tempo, giocare d'anticipo rispetto al durissimo scontro politico che si sta consumando nel centrodestra in Sicilia.

«Mi ricandido? Una bella domanda»

«Molti mi stanno chiedendo: ma sulla ricandidatura che succede? Bella domanda», dice Nello Musumeci nel videomessaggio pubblicato sui social in cui annuncia il voto alle regionali in Sicilia il 25 settembre in coincidenza con le elezioni nazionali. «Sono fermo a quanto detto nella conferenza stampa del 23 giugno scorso, cioé sono pronto a guidare la coalizione di centrodestra per la vittoria - prosegue musumeci - per garantire per la seconda volta continuativa che la nostra coalizione possa guidare le sorti della Regione siciliana». Poi un chiaro riferimento alle parole del presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè: «Qualcuno all'interno della coalizione dice che io abbia un brutto carattere, che sia molto rigoroso, antipatico e può succedere e che quindi sono divisivo. Siccome per me l'unità della coalizione di centrodestra è più importante di qualunque pur legittima aspirazione a continuare il lavoro iniziato 5 anni fa ed ad avviare nuove iniziative, se non è un capriccio di qualcuno posso benissimo fare un passo di lato. Cercate un nuovo candidato alla presidenza, ce lo presentate, faremo conoscere le nostre valutazioni e andremo avanti. Credo di aver risposto alle tante domande che arrivano in queste ore».

Ultimo aggiornamento: 5 Agosto, 07:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA