Il ministro Toninelli a Tg2 Motori sponsorizza l'auto elettrica, poi la giornalista fa una scoperta

Toninelli a Tg2 Motori attacca il diesel, poi la giornalista fa una scoperta
di Ernesto De Franceschi

3
  • 145
Un'intervista al volante, ma che rischia di diventare un boomerang per il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli. Intervistato da Maria Leitner per la rubrica Tg2 Motori, Toninelli ribadisce l'importanza dell'auto elettrica e promette: «Quando me ne andrò dal ministero, voglio che l'Italia sia invasa di colonnine per la ricarica delle vetture elettriche».
 

Quasi alla fine dell'intervista, come si vede del video concesso dal Tg2, la giornalista chiede a Toninelli, che nel frattempo aveva ammesso di non poter guidare la vettura ad impatto zero del ministero appena arrivata «perchè ha il cambio automatico e io non ho mai guidato con quel tipo di cambio», quale veicolo avesse la moglie. Toninelli candidamente risponde: «Abbiamo appena comprato una Jeep Compass, bellissima. Motorizzazione Diesel, so che non rimedierò mai a questo gravissimo errore. Però è una vettura euro 6 che rispetta tutti i limiti», risponde decisamente imbarazzato. Certo, peccato però che il ministro dovrebbe dare il buon esempio. E magari anche la sua famiglia...

E lei che auto ha chiede poi la giornalista? «Una vecchia Golf del 2007, ma funziona a Gpl e ho appena cambiato la bombola per cui è in perfetta regola. Se vuole le faccio vedere anche la certificazione...». Insomma, evviva l'auto elettrica. Ma quelle degli altri...
Domenica 17 Marzo 2019, 18:50 - Ultimo aggiornamento: 18 Marzo, 17:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-03-18 09:00:40
E se l'hanno comprata prima della cosa sui diesel ? Non si può fare la critica contro se non sappiamo le cose. Direi un pò fazioso il commento
2019-03-17 21:37:49
Pronto per Zelig.
2019-03-17 21:05:10
Ma quanto siete ridicoli, se le auto di Toninelli sono gpl o meno. Ma come la usate l'auto elettrica in Italia visto che le paline per ricarcarla sono poche, a Napoli c'è ne sono solo 3 e sono anche lontane fra loro.

QUICKMAP