Verona, Meloni attacca il M5s: «Punkabbestia al Governo»

ARTICOLI CORRELATI
di Mario Ajello

Il congresso sulle famiglie a Verona, caro alla Lega, a Fratelli d’Italia, ai movimenti pro life e a tanti pezzi di destra italiana, sta ogni giorno di  più -  e da qui al 30 marzo sarà un’escalation - scatenando polemiche a volontà. Oggi Giorgia Meloni passa al contrattacco. L’obiettivo sono i grillini. E l’affondo è questo: “M5S diffonde fake news sul congresso @wcfverona, sostenendo che sia contro la libertà delle donne. Dichiarazioni ridicole senza alcun riscontro. Loro invece sono per la droga libera, la propaganda #gender, i matrimoni misti: praticamente una comitiva di #punkabbestia al Governo”. Di Maio e i suoi parlano di “ritorno al medioevo” a proposito di questo mega raduno. E con loro c’è tutta la sinistra intellettuale e politica. Ecco infatti la presa di posizione di 160 docenti e ricercatori dell'Università di Verona che firmano un documento contro le tesi degli organizzatori del simposio. Per non dire della contro manifestazione del movimento gay a cui hanno aderito anche il Pd e i sindacati. Si prevedono scintille nella città di Romeo e Giulietta.
Martedì 19 Marzo 2019, 12:43 - Ultimo aggiornamento: 19-03-2019 16:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP