Contatto con un positivo, cosa fare? Quarantena, isolamento, tamponi, conviventi, le Faq

Lunedì 27 Dicembre 2021 di Diodato Pirone
Contatto con un positivo, cosa fare? Quarantena, isolamento, tamponi, famigliari: le Faq

In questi giorni l'impennata dei contagi da Covid 19 impone un aumento della prudenza e delle misure di prevenzione. Ma che cosa bisogna fare se si entra in contatto con un positivo? Ecco una mini guida alla quarantena da Covid.

 

 

1) Che differenza c'è fra quarantena  e isolamento?

Quarantena e isolamento sono misure di salute pubblica attuate per frenare la diffusione del virus e evitare di sovraccaricare il sistema ospedaliero. La quarantena scatta quando una persona sana viene in contatto ravvicinato con un positivo al Covid-19. Dunque per alcuni giorni la persona non contagiata deve fermarsi per monitorare i sintomi e assicurare l’identificazione precoce dei casi. L’isolamento, invece, riguarda persone positive che vanno tenute lontano il più possibile da quelle sane durante il periodo di trasmissibilità.

2) Chi deve andare in quarantena? E per quanto tempo?

Va in quarantena solo chi ha avuto "contatti stretti" (la definizione è del governo) con un contagiato. Il ministero della Salute ha fissato regole chiarissime: chi è stato vicino a un contagiato deve stare in quarantena per 7 giorni se è stato vaccinato con la seconda dose e 10 giorni in tutti gli altri casi. Trascorso questo periodo è necessario eseguire un test molecolare o anti-genico per poter tornare al lavoro o comunque uscire di casa senza restrizioni.

3) Che cosa significa "contatto stretto"?

Il virus si propaga se il contatto con un positivo dura a lungo. Per esempio se in famiglia si scopre un positivo tutti i conviventi devono porsi in quarantena. Anche una conversazione senza mascherina con un contagiato che duri più di un quarto d'ora è considerata "contatto stretto", anche la stretta di mano con un positivo è considerata "pericolosa".

4) Chi ha viaggiato con una persona positiva deve andare in quarantena?

Se il viaggio è avvenuto in auto la risposta è sì. Per gli aerei, invece, a meno di diverse disposizioni delle autorità sanitarie, i passeggeri che si trovavano a due file di distanza dal positivo non devono fermarsi. La disposizione è del ministero della Salute.

5) Cosa deve fare chi ha avuto un "contatto stretto" ma è negativo a un primo test?

La quarantena non si può evitare. Tutti coloro che sono venuti a contatto con un positivo devono fermarsi anche se a distanza di 24 o 48 ore fanno un tampone che dà esito negativo. Il test valido per uscire dalla quarantena si può fare dopo 7 giorni (per i vaccinati con due dosi) o dopo 10 per tutti gli altri.

 

6) Come devono comportarsi i familiari di una persona in quarantena?

Il ministero consiglia di adottare misure di protezione anche in casa: si dovrebbe tenere la mascherina in casa e non mangiare mai con la persona in quarantena. La persona che è venuta in contatto con un positivo deve dormire da sola e usare una sola stanza. Quando usa il bagno deve pulirlo e possibilmente non condividerlo con altre persone del nucleo familiare.

7) Al termine della quarantena cosa fare per tornare al lavoro?

Al termine del periodo di quarantena, di 7 o 10 giorni, se non sono comparsi sintomi, la persona può rientrare al lavoro dopo aver effettuato un test  ed il periodo di assenza risulta coperto dal certificato. Se durante la quarantena sono comparsi sintomi bisogna avvertire il proprio medico. Il Dipartimento di Sanità Pubblica, che si occupa della sorveglianza sanitaria, provvederà all’esecuzione del tampone per la ricerca del Covid-19. In caso di esito positivo dello stesso bisognerà attendere la guarigione clinica ed eseguire un test molecolare dopo almeno 3 giorni senza sintomi. Se il test molecolare risulterà negativo la persona potrà tornare al lavoro, altrimenti proseguirà l’isolamento.

8) Dove si trovano le Faq (domande e risposte) predisposte dal ministero della Salute?

Per ogni dubbio si può cliccare qui:

https://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=244#19

 

 

Ultimo aggiornamento: 28 Dicembre, 08:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA