Coronavirus, + 38% di casi in 7 giorni: curva in risalita, record di tamponi

Giovedì 3 Settembre 2020

Covid, + 38% dei casi in 7 giorni: curva in risalita, record di tamponi. A registrare l'incremento è il monitoraggio della Fondazione Gimbe. Nella settimana dal 26 agosto al 1 settembre, rispetto a quella precedente, si evidenzia un incremento del 37,9% dei nuovi casi (9.015, 2.477 in più). Cresce anche il numero delle persone positive (+ 52,2%): in una settimana + 7.040 (+4.625 rispetto a quella precedente). Contemporaneamente crescono anche i i tamponi effettuati 116.184 (+24%).

 Il monitoraggio della settmana 19-25 agosto
l monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe registra nella settimana 19-25 agosto, rispetto alla precedente, un incremento del 92,4% dei nuovi casi (6.538 vs 3.399), grazie anche all’aumento dei casi testati (309.127 vs 180.300). Relativamente ai dati ospedalieri si conferma il trend in crescita dei pazienti ricoverati con sintomi (1.058 vs 843) e di quelli in terapia intensiva (66 vs 58). In dettaglio: Decessi: +40 (+0,1%) Terapia intensiva: +8 (+13,8%) Ricoverati con sintomi: +215 (+25,5%) Nuovi casi totali: +6.538 (+92,4%) Casi testati +128.827 (+71,5%) Tamponi totali: +158.692 (+48,8%).

Sileri: pronti a quadruplicare i tamponi
«Dobbiamo essere pronti a fare un numero importante di tamponi, anche quadruplicandolo, magari durante il picco influenzale, o quando sarà necessario farlo nelle scuole o nelle case per anziani. Dobbiamo essere pronti quando servirà, significa farli con giudizio». Lo ha detto Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, intervenuto alla trasmissione 'L'Italia s'è destà su Radio Cusano Campus. «Il tampone va fatto - ha precisato - se ho avuto una condotta a rischio oppure ho avuto vicino a me un positivo. Se ovviamente ho la febbre potrebbe essere necessario fare il tampone e magari anche a chi è stato in contatto con me». 

 

Ultimo aggiornamento: 4 Settembre, 10:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA