Covid, l'allarme del Koch institute: «Covid potrebbe diffondersi in maniera incontrollata»

Giovedì 8 Ottobre 2020
Covid, l'allarme del Koch institute: «Covid potrebbe diffondersi in maniera incontrollata»

Covid, cresce l'allarme in Germania: «L'attuale situazione m'inquieta molto». Lo ha detto il presidente del Robert Koch Institut, Lothar Wieler, in conferenza stampa con il ministro della Salute tedesco Jens Spahn, a Berlino. «Non sappiamo come si svilupperà la situazione nelle prossime settimane. E' possibile che si arrivi a 10 mila casi al giorno. E' possibile che il virus si propaghi in modo incontrollato», ha aggiunto. Il Robert Koch Institut ha segnalato 4058 nuovi casi di infezione nelle ultime 24 ore.

 

 

 

 

 

I timori di Wieler sono gli stessi del ministro della Salute tedesco Jens Spahn che ha espresso «forte preoccupazione» per i numeri del coronavirus in Germania.  «Bisogna evitare che i numeri aumentino in modo esponenziale e che arrivi il momento in cui perdiamo il controllo. Non siamo a questo», ha continuato Spahn. Il ministro ha sottolineato che «il bene maggiore che abbiamo è l'accettazione di quello che stiamo facendo da parte della popolazione», questo ha aggiunto «gioca un ruolo in tutto quello che facciamo».

 

È scattato di nuovo questa mattina nell'Ile-de-France, la regione di Parigi, il "Plan Blanc", il piano di emergenza che consente di mobilitare tutte le risorse degli ospedali in presenza di una crisi. Lo ha annunciato - vista l'emergenza Covid-19 - il direttore della Sanità regionale Aurélien Rousseau - spiegando che l'epidemia "comincia di nuovo a farsi sentire in rianimazione e negli ospedali".

 

Le regole igieniche prescritte per contenere il coronavirus sono «ragionevoli ed efficaci». Al suo fianco il presidente del Robert Koch Institut Lothar Wieler ha sottolineato che ci sono «ottimi concetti di igiene» in giro, negli ospedali - dove è stata rafforzata l'attenzione in materia - nelle scuole e anche in molti posti di lavoro, «e questo mi rende piuttosto ottimista rispetto ai prossimi mesi invernali».

Ultimo aggiornamento: 14:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA