Covid, indice Rt scende a 0.78: tutte le Regioni classificate a "basso rischio". Speranza: «Italia zona gialla»

Venerdì 21 Maggio 2021
Covid, indice Rt scende ancora e tocca 0.78. Cala anche l'incidenza: 66 casi su 100mila abitanti

Scende ancora l'indice Rt nazionale che arriva a 0.78, rispetto allo 0.86 della scorsa settimana. Il valore Rt è sotto il valore 1 anche nel limite superiore. In discesa anche l'incidenza (è il dato rispetto a ieri) il cui valore è a 66 casi su 100 mila abitanti rispetto ai 96 della scorsa settimana. Sono i dati del monitoraggio settimanale sull'andamento del Covid in Italia, ora all'esame della cabina di regia, che saranno presentati nel pomeriggio.

Vaccini, Vaia: «Sì alla seconda dose in vacanza». Costa: «Troppo complicato»

Rischo basso - Tutte le Regioni e Province autonome sono classificate a "rischio basso" e tutte hanno un Rt medio inferiore a 1, e quindi una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo uno. Soltanto la Provincia autonoma di Bolzano riporta una allerta di resilienza. Nessuna Regione o Provincia autonoma riporta molteplici allerte. 

Questa settimana, nessuna Regione o Provincia autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è sotto la soglia critica (19%), con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 2.056 (11/05/2021) a 1.689 (18/05/2021). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende ulteriormente (19%). Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 14.937 (11/05/2021) a 11.539 (18/05/2021).

Speranza - «Con il monitoraggio e le conseguenti ordinanze di oggi l'Italia sarà tutta in area gialla. È il risultato delle misure adottate finora, del comportamento corretto della stragrande maggioranza delle persone e della campagna di vaccinazione. Continuiamo su questa strada con fiducia, prudenza e gradualità». Lo afferma su Facebook il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Ultimo aggiornamento: 20:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA