CORONAVIRUS

Danni alla tiroide per il coronavirus, primo caso al mondo: lo studio a Pisa

Mercoledì 3 Giugno 2020
Danni alla tiroide per il coronavirus, primo caso al mondo: lo studio a Pisa

Gli effetti collaterali del Covid-19 sono tutti da studiare e valutare. Ma adesso c'è una ricerca ufficiale: danni alla tiroide provocati dal coronavirus, uno studio documenta il primo caso al mondo. È quanto emerge da una ricerca degli endocrinologi dell'Università di Pisa dell'Aou pisana pubblicata sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism.

Coronavirus, il lockdown abbatte lo smog: «Evitati 11 mila morti in Europa, 1.500 solo in Italia»

Coronavirus, chi sono i volontari che si fanno infettare con il virus: giovani e laureati

Il caso riguarda una donna che ha avuto un attacco di tiroidite subacuta - patologia infiammatoria della tiroide - subito dopo essere guarita spontaneamente dal Covid: un mese prima di ammalarsi di coronavirus aveva fatto controlli alla tiroide che risultata perfettamente funzionante. Il lavoro pubblicato ha come primo autore Alessandro Brancatella, medico specialista in endocrinologia e dottorando di ricerca, insieme alla biologa Debora Ricci, agli specializzandi Nicola Viola e Daniele Sgrò, a Ferruccio Santini, professore associato di endocrinologia e direttore dell'unità operativa endocrinologia 1, e a Francesco Latrofa, associato di endocrinologia.

Ultimo aggiornamento: 15:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA