Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Epatite acuta pediatrica, dalla variante dell'adenovirus al ruolo del Covid: le cause secondo gli esperti

Sabato 23 Aprile 2022 di Gianluca De Rossi
Epatite acuta pediatrica, dalla variante dell'adenovirus al ruolo del Covid: le cause secondo gli esperti

Epatite acuta pediatrica, la malattia che colpisce i bambini desta allarme in Europa con l'aumento dei casi registrati tra i pazienti più piccoli, da 1 a 5 anni: focolai sono stati segnalati in Gran Bretagna, dove il cluster di epatite ha colpito 108 bimbi. Nessuno dei bambini è morto a causa del virus, ma otto piccoli pazienti hanno subito il trapianto del fegato. E poi casi sono stati segnalati in Spagna, OlandaDanimarca. Sette i casi (ma per alcuni potrebbero essere già quasi una ventina) registrati in Italia: pronta la nuova circolare del Ministero della Salute con la richiesta a tutte le organizzazioni sanitarie e ai medici di segnalare ogni caso sospetto di epatite di cui non comprendono le cause, epatite acuta che si manifesta con sintomi quali la febbredisturbi gastrointestinali, ma quello più riconoscibile è il colore giallo che assume il bambino. Nei casi diagnosticati fino a questo momento ci sono state guarigioni spontanee mentre in altri casi invece il fegato non è riuscito a recuperare il danno e si è reso necessario un trapianto. E fuori dal vecchio continente i cluster di questa malattia (non esisite un vaccino) più rilevanti sono stati segnalati negli Stati Uniti e in Israele.

L'ultimo caso registrato in Italia è un piccolo paziente di tre anni di Prato: la sua situazione si è aggravata così tanto che ora il bambino potrebbe rischiare il trapianto di fegato. «Abbiamo fatto anche la ricerca di questo  di sierotipo 41», rilevato in diversi casi segnalati a livello internazionale, «ma ancora non abbiamo la risposta», dice Pierluigi Vasarri a Il Messaggero, direttore di Pediatria e Neonatologia del Nuovo ospedale di Prato.

Tra gli accertamenti effettuati sul piccolo paziente di Prato, anche quelli per il Covid: il bambino è risultato negativo ma aveva gli anticorpi alti; probabilmente in precedenza aveva contratto il virus. E adesso è in cura all'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Ma che cosa sta causando questo boom di casi di epatite acuta pediatrica?

Epatite acuta pediatrica, sette casi in Italia: uno è grave. «Danni al fegato in poche ore»

Epatite acuta, in Spagna segnalati 13 casi. Il Ministero: «Situazione monitorata»

Epatite acuta pediatrica, le ipotesi sulle cause

L'Agenzia per la sicurezza sanitaria in Gran Bretagna ha annunciato di aver identificato altri 34 casi, oltre ai 74 segnalati la scorsa settimana. Gli esperti britannici non sono ancora certi di cosa abbia scatenato il boom di casi di epatite acuta pediatrica, ma tenderebbero ad escludere qualsiasi collegamento a virus dell'epatite esistenti.

La dottoressa Meera Chand, direttrice delle infezioni cliniche ed emergenti presso l'UKHSA, riporta inews.co.uk, ha affermato che i ricercatori stanno «indagando su un'ampia gamma di possibili fattori», e una possibilità allo studio è che l'epidemia sia collegata a un'infezione da adenovirus, un virus del raffreddore comune, che tuttavia può causare sintomi più gravi, tra cui malattie gastrointestinali nei bambini piccoli.

Il Covid e «nuova variante dell'adenovirus»

Alcuni esperti britannici ritengono che sia possibile che l'immunità dei bambini sia stata ridotta dalla mancanza di esposizione all'adenovirus a causa delle restrizioni imposte nel tentativo di contenere i contagi Covid, e questo ha portato a manifestare sintomi peggiori dopo l'esposizione dei più piccoli ad una possibile mutazione del virus.

Sostiene l'ipotesi di una «nuova variante dell'adenovirus» la dottoressa Zania Stamataki, professore associato di Immunologia virale al Center for Liver and Gastrointestinal Research dell'Università di Birmingham: «L'infiammazione del fegato causata da adenovirus è rara nei giovani, ad eccezione dei bambini immunocompromessi. L'aumento dell'incidenza di bambini con epatite è insolita e preoccupante. Se la colpa è di un adenovirus, questa potrebbe essere una nuova variante dell'adenovirus che può causare danni al fegato nei bambini con sistema immunitario ingenuo/immaturo. Ma abbiamo bisogno di saperne di più per essere sicuri», riporta inews.co.uk.

Epatite acuta pediatrica, le caratteristiche peculiari

Questa epatite che colpisce i bambini ha alcune caratteristiche peculiari, illustrate dall'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma:

- Interessa una fascia di età relativamente ristretta, da 1 ai 5 anni

- Non ha una causa riconosciuta, nonostante i numerosi tentativi di identificarla tra le cause note di epatite acuta e, in particolare, quelle causate da virus epatotropi cosiddetti maggiori (i virus dell’epatite dalla A fino alla E) da sostanze tossiche o da meccanismi autoimmuni

- Ha la tendenza a evolvere rapidamente verso una grave disfunzione d’organo, testimoniata da un importante disturbo della sintesi dei fattori di coagulazione

- In circa il 10% di questi casi, la disfunzione del fegato è stata così rilevante che si è dovuti ricorrere a un trapianto di fegato in urgenza

 

Ultimo aggiornamento: 26 Aprile, 16:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA