Fumo, gli italiani (81%) preferiscono la sigaretta a tabacco trinciato e E-cig: ecco il rapporto Eurispes

Mercoledì 30 Dicembre 2020
Fumo, gli italiani (81%) preferiscono la sigaretta a tabacco trinciato e E-cig: ecco il rapporto Eurispes

La sigaretta resta la preferita degli italiani. L'ultimo Rapporto Eurispes lo dimostra: in particolare, l'81% dei fumatori la preferisce al tabacco trinciato 28.2%. Inoltre un fumatore su 5 ricorre alla sigaretta elettronica (20.8%): un dato che secondo Eurispes conferma il trend del 2018. Lo studio, intitolato «Il fumo in Italia tra abitudini consolidate e nuove tendenze», evidenzia inoltre come i consumatori italiani abbiano leggermente aumentato il ricorso al tabacco riscaladato (Iqos): un dato che rispetto al 2018 è cresciuto del 3%, superando la pipa (rispettivamente 7.2% e 5.1%). È leggermente più alto il consumo dei sigari - con il 12.1 % - mentre è ancora poco diffuso lo Snus, con una percentuale del 2.1%.

 

Tumori a naso, bocca e gola: lui rischia di più

 

«Ad oggi il mercato del fumo è in leggera diminuzione (soprattutto nei paesi occidentali), tuttavia l'Oms prevede che nei prossimi 10 anni il numero dei fumatori nel mondo supererà il miliardo. In Italia i dati si sono stabilizzati: tra gli 11 e i 12 milioni di fumatori, e le malattie tabacco-correlate producono 80.000 morti l'anno» In generale, comunque, gli italiani sono ben informati sui prodotti e le differenze che ci sono tra la sigaretta e quella elettronica (64.3%), mentre solo il 35.7% del campione selezionato ne sa poco o niente. Nonostante tutto, però, il numero dei fumatori non è diminuito, anzi: «Purtroppo la diminuzione nel numero dei fumatori che si è riscontrata nel primo decennio del nuovo secolo si è progressivamente arrestata», così il Rapporto Eurispes.

 

Ultimo aggiornamento: 14:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA