Marijuana, dipendenza dalla cannabis «legata ad aumento dei casi di schizofrenia». Lo studio danese

Sabato 24 Luglio 2021
Marijuana, dipendenza dalla cannabis «legata ad aumento dei casi di schizofrenia». Lo studio danese

Il consumo eccessivo di marijuana, la dipendenza dalla cannabis, ha fatto crescere negli ultimi 25 anni la percentuale di casi di schizofrenia. Lo rivela uno studio danese secondo cui nel 1995, il 2% delle diagnosi di schizofrenia nel paese era associato al disturbo da uso di cannabis (ossia dalla dipendenza). Nel 2000, la percentuale è salita a circa il 4%. Dal 2010, questa cifra è schizzata fino all'8%. «Penso che sia molto importante utilizzare sia il nostro studio che altri studi per evidenziare ed enfatizzare che l'uso di cannabis non è innocuo», ha affermato Carsten Hjorthøj alla Cnn, professore associato al Copenhagen Research Center for Mental Health e autore dello studio pubblicato su la rivista medica JAMA Psychiatry. «Sfortunatamente ci sono prove che suggeriscono che la cannabis è sempre più vista come una sostanza in qualche modo innocua. Questo è un peccato, dal momento che vediamo collegamenti con la schizofrenia, funzioni cognitive più scarse, disturbi da uso di sostanze e altro", ha affermato Hjorthøj.

Droga in gravidanza, crescono i neonati in astinenza: l'allarme dei pediatri


Ricerche precedenti hanno suggerito che il rischio di schizofrenia è maggiore per le persone che fanno uso di cannabis e l'associazione è particolarmente guidata dall'uso massiccio della droga. Molti ricercatori ipotizzano che l'uso di cannabis possa essere una "causa componente", che interagisce con altri fattori di rischio. «Naturalmente, i nostri risultati dovranno essere replicati altrove prima di poter trarre conclusioni definitive», mette le mani avanti Hjorthøj. In tutto il mondo decine di milioni di persone consumano cannabis. È legale per uso ricreativo in 19 stati degli Stati Uniti e in Canada. In questi e in altri Paesi, è anche approvato per il trattamento di alcune condizioni mediche. L'uso ricreativo di erba è illegale in Danimarca, ma è consentito per scopi medicinali.

 

Schizofrenia e consumo di droga

La schizofrenia è un disturbo mentale cronico, grave e invalidante. I suoi sintomi possono includere deliri, disturbi del pensiero e allucinazioni. Nel mondo, colpisce 20 milioni di persone . Non esiste una cura, quindi i medici cercano di gestire i sintomi con farmaci e terapia. Secondo l'autore, se lo studio in Danimarca ha sottolineato una correlazione tra abuso di droga e aumento della schizofrenia, in altri paesi il quadro è incerto. «Negli Stati Uniti, il National Institute of Mental Health ha affermato che è difficile ottenere stime accurate della prevalenza della schizofrenia perché la diagnosi è complessa e si sovrappone ad altri disturbi. Molti libri di testo in psichiatria affermano che l'incidenza della schizofrenia è costante nel tempo e indipendente dalla posizione geografica», ha detto Hjorthøj. E questo è stato «spesso usato come argomento contro l'ipotesi che la cannabis potesse causare la schizofrenia», ha aggiunto. 

 

Amnèsia, la nuova droga che fa dimenticare: «Metadone ed eroina spruzzati sulla marijuana»

 

Lo studio danese


Il nuovo studio si basava sui dati del registro sanitario nazionale danese e includeva tutte le persone in Danimarca nate prima del 31 dicembre 2000, che avevano 16 anni o più ad un certo punto dal 1 gennaio 1972 al 31 dicembre 2016. Ha valutato le persone che avevano una diagnosi clinica di disturbo da trattamento con cannabis, non l'uso generale del farmaco, ha osservato Terrie Moffitt, professore e presidente di Comportamento sociale e sviluppo dell'Istituto di psichiatria, psicologia e neuroscienze al King's College di Londra

Ultimo aggiornamento: 26 Luglio, 10:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA