Medicina, da e-cig a long Covid: il focus sulla salute respiratoria dei bimbi. A Verona congresso Simri

Venerdì 22 Ottobre 2021
Medicina, da e-cig a long Covid: il focus sulla salute respiratoria dei bimbi. A Verona congresso Simri dal 24 al 26 ottobre

La salute respiratoria dei bambini al focus. Nuovi farmaci per il trattamento di patologie come asma e fibrosi cistica, sigarette elettroniche, ma anche un argomento strettamente attuale, come quello del long Covid pediatrico, che colpisce prevalentemente in un 20-22% dei bambini la sfera neuropsichiatrica. Questi alcuni dei temi che verranno affrontati al XXV Congresso nazionale della Società Italiana di Malattie Respiratorie Infantili (Simri) in programma a Verona, dal 24 al 26 ottobre. Sono in programma anche nel corso del convegno focus sui virus respiratori, con particolare attenzione al virus respiratorio sinciziale, che sembrava essere sparito lo scorso anno e ora, invece, ricomincia a circolare. E si affronterà il tema della medicina di transizione «del long Covid pediatrico e delle vaccinazioni contro il Sars-CoV-2 in età pediatrica», evidenzia il presidente Simri Fabio Midulla.

Kyriakides: «La salute mentale degli adolescenti priorità dell'Ue». Il commento della commissaria al rapporto Unicef

 

In particolare sul tema del long Covid pediatrico i centri di pneumologia pediatrica che affluiscono alla Simri hanno portato avanti il progetto di follow up "Conoscere per prevenire" che, partito dal Dipartimento di Pediatria del Policlinico Umberto I di Roma si è poi esteso a tutto il territorio nazionale. «All'inizio dell'anno ci siamo resi conto che i genitori di bambini che avevano avuto il Covid si trovavano un pò spaesati, avevano l'esigenza di valutare se effettivamente la malattia avesse degli effetti a lungo termine- spiega Midulla- Come si sa, infatti, il Sars-CoV-2 è un virus respiratorio e una delle espressioni cliniche più importanti di questa infezione è a livello polmonare con la polmonite interstiziale». E i risultati «sono stati molto interessanti- conclude il presidente Simri- ci siamo resi conto che il long Covid pediatrico esiste ma non riguarda il polmone: c'è un 20-22% di bambini che presentano una sintomatologia che è prevalentemente della sfera neuropsichiatrica. Poi ci sono anche dei bambini che continuano ad avere dei problemi respiratori ma sono specialmente quelli che avevano già comorbidità, ossia presentavano problemi respiratori già prima che partisse l'epidemia di Covid».

Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre, 10:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA