Bollettino Covid di oggi 9 gennaio: 155.659 casi e 157 morti, tasso di positività al 15,67%. In Italia quasi 2 milioni di contagiati

Domenica 9 Gennaio 2022
Bollettino Covid di oggi 9 gennaio: quasi 14.000 casi in Veneto, oltre 12.000 in Toscana

Covid, il bollettino nazionale di oggi domenica 9 gennaio. Sono 155.659 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 197.552. Le vittime sono invece 157 , rispetto a ieri, quando erano state 184. 

 

Sono 993.201 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri erano stati 1.220.266. Il tasso di positività è al 15,7%, rispetto al 16,2% di ieri. Sono 1.595 i pazienti in terapia intensiva, 38 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 142. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 15.647, ovvero 717 in più rispetto a ieri.

 

 

Quasi due milioni di positivi

Sono 1.943.979 gli attualmente positivi al Covid in Italia, 125.086 in più rispetto a ieri. Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 7.436.939 e i morti 139.038. I dimessi e i guariti sono invece 5.353.922, con un incremento di 30.399 rispetto a ieri

 

Bollettino, i dati delle Regioni

 

 

Lombardia

Sono 36.858 i nuovi casi positivi al Covid in Lombardia, rilevati da 191.021 tamponi, con un rapporto del 19,3%. Aumentano di 7 i posti letto occupati in terapia intensiva, dove al momento si trovano in cura 244 persone, mentre sono 2.887 (+280) quelle in altri reparti. Le vittime sono 38. L'occupazione dell'area medica è al 27,6%, quella della terapia intensiva al 15,9%. I nuovi casi sono 10.410 a Milano, di cui 4194 in città; 3733 a Bergamo, 5049 a Brescia, 2457 a Como, 1188 a Cremona, 1172 a Lecco, 915 a Lodi, 3261 a Monza e in Brianza, 1243 a Mantova, 1768 a Pavia, 729 a Sondrio, 3647 a Varese.

 

Veneto

Sono in calo i nuovi contagi Covid in Veneto, +13.973 quelli registrati nelle ultime 24 ore, con un numero inferiore di tamponi, circa 100mila, rispetto alle giornate record (140-150mila test). Si contano anche 20 decessi. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il totale degli infetti dal'inizio della pandemia sale a 763.754, quello delle vittime a 12.559. Schizza in alto il numero degli attualmente positivi, in isolamento, 184.459 (+11.798). Si aggrava la situazione degli ospedali: si contano altri 43 nuovi ricoveri di malati Covid (1.518), e 10 ingressi in più (219) nelle terapie intensive.

 

Emilia Romagna

Sono più di 20mila i casi di Coronavirus registrati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore. Al ministero ne sono stati comunicati 17.698, ma a questi devono essere aggiunti quelli della provincia di Modena (3.045) che non sono stati caricati per un problema di rilevazione. Il totale, quindi, fa 20.743 casi. Continuano a crescere i ricoveri, mentre si contano ancora 16 vittime, fra le quali un uomo di 57 anni morto in provincia di Bologna. I casi rilevati sono, in maggioranza, asintomatici: parallelamente aumentano quindi il numero di casi attivi (pochi meno di 200mila) e la percentuale di chi non necessita cure ospedaliere ed è in isolamento a casa (98,9%). Aumentano però anche i ricoveri: in terapia intensiva ci sono 147 pazienti, tre in più di ieri, 112 dei quali (il 76,1%) non sono vaccinati. Negli altri reparti Covid ci sono invece 1.929 pazienti, 56 in più di ieri.

 

 

Campania

Sono 11.815 i nuovi casi di Covid-19 emersi ieri in Campania dall'analisi di 105.508 test, 5 i nuovi decessi registrati dall'unità di crisi della Regione Campania. I pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva sono 76, quelli ricoverati in reparti di degenza sono 1.031. 

 

 

Lazio

Oggi nel Lazio su 26.583 tamponi molecolari e 69.950 tamponi antigenici per un totale di 96.533 tamponi, si registrano 12.828 nuovi casi positivi (-2.022), 2 decessi (-4), 1.446 ricoverati (+46), 194 terapie intensive (+3) e +2.094 guariti. È quanto emerge dall'odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l'ospedale Pediatrico Bambino Gesù alla presenza dell'assessore alla Sanità e integrazione sociosanitaria del Lazio Alessio D'Amato. «l rapporto tra positivi e tamponi è al 13,2 per cento e i casi a Roma città sono a quota 5.456. Nel Lazio un adulto su due ha ricevuto la terza dose. Ieri sono state effettuate oltre 60 mila somministrazioni: l'80 per cento in più rispetto al target commissariale», commenta l'assessore.

 

 

 

Toscana

Sono 12.454 in più rispetto a ieri i nuovi casi positivi in Toscana (5.187 confermati con tampone molecolare e 7.267 da test rapido antigenico), che portano a 498.936 i casi registrati dall'inizio della pandemia. I nuovi casi sono il 2,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. Oggi sono stati eseguiti 21.015 tamponi molecolari e 41.089 tamponi antigenici rapidi, di questi il 20,1% è risultato positivo. Sono invece 16.723 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 74,5% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 175.048, +6,7% rispetto a ieri. L'età media dei 12.454 nuovi positivi odierni è di 39 anni circa (23% ha meno di 20 anni, 26% tra 20 e 39 anni, 35% tra 40 e 59 anni, 13% tra 60 e 79 anni, 3% ha 80 anni o più). Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.151 (44 in più rispetto a ieri, più 4%), 115 in terapia intensiva (2 in più rispetto a ieri, più 1,8%). I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 316.237 (63,4% dei casi totali). Oggi si registrano 13 nuovi decessi: 7 uomini e 6 donne con un'età media di 80,1 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 4 a Firenze, 1 a Prato, 1 a Pistoia, 1 a Massa Carrara, 3 a Lucca, 1 a Siena, 2 a Grosseto.

 

 

 

 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.798 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.179 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 17,34%. Sono inoltre 11.639 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 1.921 casi (16,50%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 37, delle quali 34 non vaccinate, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 345. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l'andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia d'età più colpita è quella tra i 40 e 49 anni (18,61%), seguita da quella tra 0 e 19 anni (18,29%), da quella tra 50 e 59 anni (17,23%) e da quella tra 20 e 29 anni (16,39%). Nella giornata odierna si registrano i decessi di 7 persone: una donna di 95 anni di Ronchi dei Legionari (deceduta in residenza sanitaria assistenziale), una donna di 92 anni di Capriva del Friuli (deceduta in ospedale), una donna di 87 anni di Trieste (deceduta in residenza sanitaria assistenziale), una donna di 86 anni di Povoletto (deceduta in ospedale), un uomo di 82 anni di Mereto di Tomba (deceduto in ospedale), un uomo di di 79 anni di Prepotto (deceduto in ospedale) e una donna di 64 anni di Trieste (deceduta in ospedale). I decessi complessivamente sono stati 4.282, con la seguente suddivisione territoriale: 1.037 a Trieste, 2.096 a Udine, 793 a Pordenone e 356 a Gorizia. I totalmente guariti sono 142.725, i clinicamente guariti 599, mentre le persone in isolamento sono 33.569. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 181.557 persone con la seguente suddivisione territoriale: 43.170 a Trieste, 75.292 a Udine, 39.341 a Pordenone, 21.025 a Gorizia e 2.729 da fuori regione. Il totale dei casi positivi è stato ridotto di 12 in seguito a 10 tamponi molecolari negativi dopo test antigenico positivo (5 a Udine, 2 a Pordenone e 3 a Trieste) e a seguito di 2 test positivi rimossi dopo la revisione del caso (uno a Udine e uno a Pordenone).

 

 

Calabria

Secondo il bollettino sull'emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 1.686 i nuovi contagi registrati (su 10.363 tamponi effettuati), +739 guariti e 7 morti (per un totale di 1.671 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +940 attualmente positivi, +15 ricoveri (per un totale di 378) e, infine, +2 terapie intensive stabili (per un totale di 34).

 

 

 

Puglia

Oggi in Puglia si registrano 4.904 nuovi casi su 61.193 test (incidenza dell'8%) e un morto. I nuovi casi sono così distribuiti: 1.310 in provincia di Bari, 445 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 949 in provincia di Brindisi, 501 in quella di Foggia, 1.197 in quella di Lecce, 431 nel Tarantino. Altri 60 casi riguardano residenti fuori regione e per altri 11 contagi non è stata ancora definita la provincia di appartenenza. Attualmente in Puglia sono positive 62.330 persone, 428 delle quali sono ricoverate in area non critica (due in meno di ieri) e 40 in terapia intensiva (una in più rispetto a ieri).

 

Marche

Resta alto il numero di nuovi casi covid nelle Marche: 1.884 i positivi rilevati nell'ultima giornata (ieri 2.318) ma il tasso di incidenza si impenna a 840,67 su 100mila abitanti (ieri 761,75). Il dato viene reso noto dall'Osservatorio Epidemiologico Regionale, sottolineando che le Marche sono la migliore regione del Centro Italia (Umbria 2.000 su 100mila, Toscana 2.500, Abruzzo 2.000, Lazio 1.400) e tra le migliori in Italia, al 18/o posto. I 1.884 nuovi casi rappresentano una positività del 15,6% su 12.079 tamponi analizzati del percorso diagnostico screening (16.462 i tamponi totali, oltre a 8.645 tamponi antigenici). La provincia di Ancona resta quella con il maggior numero di contagi nelle 24 ore, 749, seguita da Ascoli Piceno con 349, Macerata con 261, Fermo con 257, Pesaro Urbino con 189, e 79 casi fuori regione. Le classi d'età dove è più diffuso il contagio sono 25-44 anni con 575 casi, e 45-59 con 437. Le fasce da zero e 18 anni raccolgono 398 casi (110 tra i bambini 6-10 anni e 152 tra i ragazzi 14-18 anni), mentre ci sono 203 casi tra i giovani 19-24 anni. I soggetti con sintomi sono 453, quelli per i quali sono in corso approfondimenti epidemiologici sono 430. Il 62% dei positivi di oggi è vaccinato con 2 dosi, i ricoverati in terapia intensiva sono per il 19% vaccinati, per l'81% non vaccinati.

 

 

Ultimo aggiornamento: 23:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA