Omicron, booster Pfizer e Moderna efficace al 90 per cento contro ricovero. I no vax rischiano ​45 volte di più

Venerdì 21 Gennaio 2022
Omicron, booster Pfizer e Moderna efficace al 90 per cento contro ricovero. I no vax rischiano 45 volte di più

I booster funzionano, anche contro la variante Omicron. Le terze dosi dei vaccini della Pfizer-BioNTech e di Moderna sono risultate efficaci al 90% nel prevenire i rischi di ricovero tra gli americani che sono stati contagiati con il virus SarsCoV2.

 

 

Omicron, i dati sulle terze dosi

Secondo i dati appena pubblicati dai Centri americani per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc), i booster vaccinali sono risultati particolarmente efficaci nell'evitare ospedalizzazioni e decessi tra gli americani sopra i 50 anni di età. In generale i dati confermano inoltre che le terze dosi offrono più protezione contro la variante Delta che contro la Omicron.

 

 

 

 

 

Tre studi

La nuova analisi degli esperti del governo degli Stati Uniti, basata su tre studi, indica inoltre che i non vaccinati hanno una probabilità 45 volte più alte di venire ricoverati per Covid-19 rispetto a chi ha fatto le terze dosi. Anche in questo caso i rischi sono risultati particolarmente gravi per gli over 50. Eppure solo il 40% degli americani vaccinati ha ricevuto anche il booster. La terza dose - osservano i Cdc - ha mostrato di ripristinare la protezione contro i contagi al 90%. Anche se rimane ancora non chiaro quanto a lungo duri la protezione accordata dalle terze dosi di vaccino.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio, 19:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA