Napoli, De Luca dà il via ai lavori del Centro clinico Nemo nell'ospedale Monaldi

Martedì 29 Ottobre 2019

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, insieme al presidente del Centro clinico Nemo, Alberto Fontana, e al direttore generale dell'Azienda ospedaliera dei Colli, Maurizio di Mauro, ha dato avvio oggi ai lavori di ristrutturazione dell'area dell'ospedale Monaldi di Napoli che ospiterà la quinta sede del Centro Clinico Nemo, un centro di eccellenza ad alta specializzazione, già presente a Milano, Roma, Messina e Arenzano, per le malattie neuromuscolari, patologie fortemente invalidanti come la Sla, le distrofie muscolari e l'Atrofia muscolare spinale (Sma).

Il nuovo ​c​entro si prenderà cura di pazienti adulti e pediatrici, per un totale di circa duemila persone all'anno che convivono con questo tipo di patologie, provenienti dal territorio campano e dalle ​r​egioni del​ Sud Italia vicine, che potranno evitare così gravosi viaggi per accedere alle strutture sanitarie.​ Il Centro ​c​linico ​Nemo Napoli occuperà un'area di circa 1.100 mq e vedrà il paziente e la sua famiglia al centro di un percorso di presa in carico, dal momento del ricovero, fino al suo rientro a casa, caratteristica del modello clinico-assistenziale dei Centri ​Nemo.

Il ​centro ​sarà dotato di 23 posti letto per la degenza ordinaria, di cui 6 per l'accoglienza di pazienti in età pediatrica, ai quali si aggiungono tre posti per le attività di ​day h​ospital. Grande attenzione verrà data alla cura degli spazi, realizzando un ambiente che favorirà l'accoglienza e aiuterà a vivere l'esperienza del ricovero in modo positivo, aiutando ad affrontare le difficoltà della degenza: ne sono un esempio i balconi delle finestre dedicati all'ortoterapia, che coniuga in tal modo il valore dell'accoglienza e gli aspetti riabilitativi nel dedicarsi alla cura delle piante e dei fiori.

Un secondo esempio è la previsione di uno spazio nido per l'accoglienza dei più piccoli.​ La struttura avrà diversi regimi di intervento: ricoveri, servizi ambulatoriali ad alta specializzazione e ​day hospital, sarà caratterizzato dalla presenza di un team multidisciplinare di specialisti ed esperti nella presa in carico delle patologie neuromuscolari.
 

 

«La giornata di oggi è un passo importante​ - spiega Maurizio Di Mauro - In pochi mesi il quinto Centro Clinico ​Nemo sarà operativo e potremo garantire assistenza multidisciplinare e qualificata a tanti pazienti affetti da malattie neuromuscolari anche grazie alla sinergia con centri di ricerca presenti in Italia e all'estero. Il nostro obiettivo è quello di promuovere il modello clinico-assistenziale ​Nemo e di diventare un punto di riferimento per tutto il territorio campano​».

Alberto Fontana parla di ​«una nuova tappa​ ​che racconta il percorso d'alleanza tra la comunità dei pazienti e il territorio, con le sue istituzioni. Una festa bellissima, che ci fa dire come il Centro ​Nemo, anche a Napoli, sarà una casa che accoglierà il bisogno di cura di ogni persona con malattia neuromuscolare».

I lavori si concluderanno nella primavera del 2020 e l'attivazione del Centro è prevista dopo l'estate.​ Gli spazi messi a disposizione dall'Azienda ​ospedaliera specialistica dei Colli all'interno dell'​o​spedale Monaldi saranno ristrutturati interamente da Fondazione Serena Onlus, ente gestore del Centro Clinico ​Nemo, grazie al supporto delle associazioni di pazienti, di enti e aziende del settore che vorranno far parte d​el ​progetto.

Ultimo aggiornamento: 21:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA