«Reddito di cittadinanza via se non c'è il Green pass», l'immunologo Minelli commenta così la provocazione del Codacons

La disparità con gli altri lavoratori

Giovedì 30 Settembre 2021
«Reddito di cittadinanza via se non c'è il Green pass», l'immunologo Minelli commenta così la provocazione del Codacons

«Chi percepisce il reddito di cittadinanza deve perdere il sostegno se sprovvisto di Green pass». Lo afferma all'Adnkronos l'immunologo clinico e allergologo Mauro Minelli, coordinatore per il Sud Italia della Fondazione per la Medicina personalizzata, commentando sulla provocazione che circola sui social, sostenuta dal Codacons, di bloccare il sussidio per chi è sprovvisto di certificato verde Covid-19.

 

Covid, c'è un gene che attiva la resistenza alla malattia e non fa sviluppare forme gravi (i pipistrelli non ce l'hanno)

Bollettino Covid, oggi 30 settembre 2021: i dati delle Regioni

 

Gli altri lavoratori

«Poter contare su un ammortizzatore sociale non significa indugiare in una condizione indefinita di 'esserci senza esserci' e bearsene per essere immuni da pratiche che per altri lavoratori sono invece inalienabili - osserva Minelli -. Sarebbe come, senza capire perché, codificassimo una diseguaglianza ingiusta e odiosa. Se chi lavora rischia di perdere il posto se sprovvisto di Green pass, nel pieno rispetto di una uguaglianza sostanziale anche chi è destinatario del sussidio dovrà essere provvisto di pass vaccinale, salvo a perdere il diritto a percepire il sostegno. A meno che - conclude - non si voglia ammettere che chi lavora beneficiando del reddito di cittadinanza sia immune oltre che al Covid anche al lavoro. Ma quest'ultimo credo sia un pensiero del tutto infondato».

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre, 00:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA