Terza dose vaccino, Ema: avviata la revisione di Moderna (in Italia è già cominciata la somministrazione)

Lunedì 27 Settembre 2021 di Stefania Piras
Terza dose vaccino, EMA valuta la richiesta di somministrazione di Moderna (in Italia è già cominciata)

L'agenzia europea del farmaco EMA ha iniziato a valutare l'uso di una terza dose di richiamo di Spikevax (il vaccino Covid-19 sviluppato da Moderna) da somministrare almeno 6 mesi dopo la seconda dose nelle persone dai 12 anni in su. 

«Le dosi di richiamo - si legge nel comunicato di EMA - sono somministrate a persone vaccinate (cioè a persone che hanno completato la loro vaccinazione primaria) per ripristinare la protezione dopo che questa è diminuita. Il comitato per i farmaci umani dell'EMA (CHMP) effettuerà una valutazione accelerata dei dati presentati dalla società che commercializza Spikevax (Moderna), compresi i risultati di uno studio clinico in corso». 

«Sebbene l'EMA e l'ECDC non ritengano che la necessità di dosi di richiamo del vaccino Covid-19 sia urgente nella popolazione generale - continua il comunicato - l'EMA sta valutando la presente domanda per garantire che siano disponibili prove a sostegno di ulteriori dosi, se necessario». 

Le modalità di somministrazione della terza dose rimangono una prerogativa dei singoli stati membri dell'Unione Europea. «Mentre l'EMA valuta i dati rilevanti, gli Stati membri possono già considerare piani preparatori per somministrare richiami e dosi aggiuntive», scrive EMA. In Italia la somministrazione della terza dose di vaccino (anche del vaccino Spikevax di Moderna) è già cominciata. 

Soggetti dagli 80 anni di età, personale e ospiti dei presidi residenziali per anziani e, in un momento successivo, gli esercenti le professioni sanitarie e operatori di interesse sanitario che svolgono le loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private, nelle farmacie, parafarmacie e negli studi, a partire dai 60 anni o con patologia concomitante tale da renderli vulnerabili a forme di COVID-19 grave o con elevato livello di esposizione a infezione. Sono le categorie cui verrà somministrata la terza dose di vaccino anti-Covid. Lo indica la nuova circolare del ministero.

Spikevax è un vaccino autorizzato per persone dai 12 anni in su. È un preparato che utilizza la tecnologia RNA messaggero (mRNA) come Pfizer. Vuol dire che contiene le istruzioni per produrre una proteina, nota come proteina spike, naturalmente presente nella SARS-CoV-2, il virus che causa la Covid-19.

Quanto è efficace il vaccino Moderna?

Spikevax offre un alto livello di protezione contro il Covid-19. Lo studio principale ha dimostrato che il vaccino ha un'efficacia del 94,1% negli adulti; l'efficacia di Spikevax nei bambini dai 12 ai 17 anni è simile a quella degli adulti. La maggior parte degli effetti collaterali sono di gravità da lieve a moderata e spariscono in pochi giorni.

 

Stefania Piras

Ultimo aggiornamento: 19:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA