Crescono le speranze di vita per il cancro al seno metastatico grazie a nuovi farmaci

Sabato 19 Dicembre 2020
Crescono le speranze di vita per il cancro al seno metastatico grazie a nuovi farmaci

Tre casi su 10 di tumore al seno possono evolvere in fasi piu' avanzate anche se ben trattati. Sono oltre 37mila le donne che in Italia ormai convivono con un tumore metastatico, grazie a cure innovative e piu' mirate. Per esempio con la terapia ormonale, i farmaci a bersaglio molecolare e, in caso di tumore triplo negativo (il piu' difficile da trattare) la chemioterapia anche in combinazione all'immunoterapia. Senza contare la disponibilita' dei cosiddetti 'inibitori di Cdk4/6', proteine che regolano la replicazione del tumore e che, in combinazione con la terapia ormonale, non solo consentono una sopravvivenza libera da malattia superiore al passato (con una qualita' di vita normale), ma se somministrate nella fase iniziale, impediscono il passaggio alla fase metastatica.

Gli sviluppi della ricerca sul tumore al seno metastatico e sullo stile di vita da seguire sono contenuti nel sesto Quaderno della Fondazione Aiom (www.fondazioneaiom.it). «Il carcinoma mammario - spiega Stefania Gori, presidente della Fondazione Aiom e direttore del Dipartimento oncologico Irccs Sacro Cuore Don Calabria di Negrar - puo' essere gia' metastatico alla diagnosi nel 6-7% di tutti i nuovi casi ogni anno diagnosticati in Italia e in alcune donne sviluppare, invece, metastasi dopo una precedente diagnosi di tumore mammario, anche a diversi anni di distanza dall'intervento e dal termine delle cure postoperatorie».

«La prima innovazione terapeutica - precisa Angiolini - riguarda l'utilizzo mirato delle terapie: non piu' sempre o solo chemioterapia, ma anche trattamenti piu' innovativi, efficaci e su misura in base alle caratteristiche della malattia».

Ultimo aggiornamento: 22:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA