Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gb, terza dose limitata agli immunodepressi: esperti raccomandano via graduale a governo, in linea con Oms

Giovedì 2 Settembre 2021
Gb, terza dose limitata agli immunodepressi: esperti raccomandano via graduale a governo, in linea con Oms

In Gran Bretagna la terza dose di vaccino viene limitata agli immunodepressi. Il governo britannico si limiterà ad avviare nei prossimi giorni la somministrazione di una terza dose dei vaccini anti- Covid a non più di 4-500.000 persone immunodepresse nel Regno, dai 12 anni in su, su raccomandazione del Joint Committee on Vaccination and Immunisation, organismo indipendente medico-scientifico che indica le linee guida della campagna vaccinale. Nella categoria rientrano i pazienti oncologici colpiti da leucemie, coloro che sono infettati da forme avanzate di Aids e i neo-trapiantati. La possibilità di estendere la terza dose a una fascia più ampia, inclusi tutti gli over 50, resta al momento sotto esame, così come quella di coinvolgere fin dalla prima dose della campagna, al momento limitata nel Paese agli ultra-sedicenni, i bambini e ragazzi fra i 12 e i 15 anni.

Vaccino, i dubbi di Galli: «Terza dose a tutti mi lascia perplesso, bisogna valutare l'efficacia»

L'Oms ha sollecitato nelle ultime settimane i Paesi ricchi già a buon punto con le prime due dosi di vaccinazioni agli adulti di evitare un allargamento ravvicinato di massa delle terze dosi (come alcuni Paesi hanno già iniziato a fare o annunciato a breve) per consentire di privilegiare adesso la concentrazione delle prossime forniture alla nazioni più povere o meno vaccinate, in modo da combattere più efficacemente la pandemia a livello globale. Una sollecitazione ignorata finora da Stati come Usa o Francia e cui di fatto Londra sembra invece al momento adeguarsi. 

Ultimo aggiornamento: 3 Settembre, 11:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA