Vaccini ai bambini, gli Usa chiedono più studi clinici per la fascia 5-11 anni. «Prevenire effetti collaterali»

Mercoledì 28 Luglio 2021
Vaccini ai bambini, gli Usa chiedono più studi clinici per la fascia 5-11 anni. «Prevenire effetti collaterali»

Vaccini ai bambini, gli Usa accelerano: l'Fda ha sollecitato le aziende produttrici del vaccino mRna ad ampliare gli studi clinici sull'efficacia del vaccino nella fascia d'età 5-11 anni per poter analizzare, ed eventualmente prevenire, gli effetti collaterali molto rari, come la miocardite e la pericardite, che si sono manifestati nelle persone under 30 giò immunizzate. «La Food and Drug Administration - riporta il New York Times - ha indicato a Pfizer-BioNTech e Moderna che le dimensioni e la portata dei loro studi sul vaccino in età pediatrica erano inadeguate per rilevare effetti collaterali rari».

L'indicazione dell'Fda è di includere fino a 3.000 bambini nella sperimentazione del vaccino per la fascia 5-11 anni, «il doppio rispetto al numero originale di partecipanti allo studio», sottolinea il New York Times.

Covid e bambini, ecco perché li colpisce meno degli adulti: la scoperta dell'Università Federico II

Vaccino, da Moderna nuovi studi sui bambini: test anche per i piccoli di 6 mesi

Pfizer aveva annunciato i primi risultati per la fascia 5-11 anni a settembre e subito dopo quelli per la fascia 2-5 anni. I risultati per i bambini più piccoli, dai 6 mesi ai 2 anni, erano previsti per ottobre o novembre. Ora, con la sollecitazione dell'Fda, il calendario potrebbe subire dei ritardi.

 

 

Ultimo aggiornamento: 20:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA