Vaccino Covid: a che ora fai l'iniezione? Di pomeriggio è meglio. Ecco perché secondo questo studio del Massachusetts General Hospital

Sabato 11 Dicembre 2021
Ritmo circadiano e risposta immunitaria: sono collegati

Di pomeriggio, il vaccino contro il Covid, è meglio. Uno studio pubblicato sul Journal of Biological Rhythms dice che la risposta al vaccino può essere influenzata dai ritmi circadiani con livelli di anticorpi più alti in coloro che hanno ricevuto il vaccino Covid-19 nel pomeriggio. Elizabeth Klerman, coautrice dello studio che lavora come ricercatrice nella Divisione di Neurofisiologia, Unità del sonno al Massachusetts General Hospital (MGH), ritiene che la scoperta possa essere la chiave per ottimizzare l'efficacia del vaccino. Ha detto all'Express: «Il nostro studio osservazionale fornisce la prova del concetto che l'ora del giorno influenza la risposta immunitaria al vaccino SARS-CoV-2, risultati che possono essere rilevanti per ottimizzare l'efficacia del vaccino».

 

Innanzitutto cos'è il ritmo circadiano? È il ciclo di 24 ore che ogni giorno vede ripetersi le nostre attività biologiche. Un sinonimo potrebbe essere: orologio biologico. Circadiano deriva dal latino: circa diem che significa “intorno al giorno". I cicli circadiani riguardano la pressione arteriosa, la temperatura del corpo, il tono muscolare, la frequenza cardiaca, il ritmo sonno-veglia.

 «Il nostro orologio circadiano interno di 24 ore regola molti aspetti della fisiologia, compresa la risposta alle malattie infettive e alla vaccinazione», spiega lo studio. Durante l'indagine, sono stati raccolti campioni di sangue da lavoratori ospedalieri asintomatici al momento della vaccinazione. I valori sono stati isolati in funzione dell'ora del giorno della vaccinazione, del tipo di vaccino (vaccino mRNA Pfizer o vaccino adenovirale AstraZeneca), dell'età, del sesso e del numero di giorni post-vaccinazione.

I ricercatori hanno scoperto che le risposte anticorpali erano complessivamente più alte per tutti quelli vaccinati più tardi nel corso della giornata. Le risposte anticorpali erano anche più alte in coloro che hanno ricevuto il vaccino mRNA di Pfizer, nelle donne e nelle persone più giovani, oltre all'effetto dell'ora del giorno della vaccinazione.

Uno studio sugli uomini anziani che sono stati vaccinati contro l'influenza ha mostrato che avevano livelli di anticorpi più alti quando hanno ricevuto il vaccino al mattino rispetto al pomeriggio.  Klerman ha commentato: «Le prove hanno dimostrato che la somministrazione di alcuni agenti chemioterapici in una specifica ora del giorno mira efficacemente alle cellule tumorali, ma limita la tossicità alle altre cellule».

 

Ultimo aggiornamento: 13:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA