Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vaiolo delle scimmie, pessime notizie: «Non lo potremo mai eradicare, serve la vaccinazione di massa»

Mercoledì 27 Luglio 2022 di Enrico Chillè
Vaiolo delle scimmie, pessime notizie: «Non lo potremo mai eradicare, serve la vaccinazione di massa»

Vaiolo delle scimmie, la notizia che nessuno avrebbe voluto ricevere. Quanto scoperto a San Francisco, negli Stati Uniti, cambia completamente le carte in tavola e la dottoressa Denise Dewald ammette: «Non lo potremo mai eradicare».

 

Vaiolo delle scimmie, la tremenda scoperta a San Francisco

A San Francisco, in California, tracce del virus del vaiolo delle scimmie sono state rinvenute nelle acque reflue. Si tratta, purtroppo, di una pessima notizia. Specialmente per le autorità sanitarie di tutto il mondo che speravano di poter eradicare il virus ricorrendo alla vaccinazione ad anello (cioè la somministrazione del vaccino contro il vaiolo 'umano', efficace anche contro il vaiolo delle scimmie, solo ai contatti stretti dei positivi già accertati).

 

 

 

Vaiolo delle scimmie, l'allarme dopo la scoperta

A spiegare perché la vaccinazione ad anello non potrà funzionare e non si riuscirà più a eradicare il virus del vaiolo delle scimmie è Denise Dewald, medico e pediatra dell'ospedale di Cleveland, nell'Ohio. «Se il virus viene trovato nelle acque reflue, l'eradicazione non è più possibile. Le fogne brulicano di ratti e il virus diventerà inevitabilmente endemico» - spiega su Twitter la dottoressa Dewald - «Abbiamo una sola scelta: la vaccinazione di massa contro il vaiolo. Non possiamo più vaccinare ad anello contro una malattia che puoi contrarre dalle feci di topo nella tua cucina». Un esempio brutale e poco gradevole, ma efficace.

Ultimo aggiornamento: 20:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA