Omicron, Pregliasco: «Servono lockdown mirati». Burioni: «Multa 100 euro a No vax? Sono pochi»

Venerdì 7 Gennaio 2022
Omicron, Pregliasco: «Servono lockdown mirati». Burioni: «Multa 100 euro a No vax? Sono pochi»

Variante Omicron. Da Pregliasco a Burioni, i virologi chiedono interventi più incisivi contro la pandemia in piena corsa in Italia. «Vista la situazione potrebbe essere necessario immaginare qualche misura più stringente tra cui il ritorno a scuola in dad invece che in presenza e una serie di interventi, tra cui anche dei lockdown, magari mirati sui territori messi peggio», dice all'Adnkronos Salute il virologo Fabrizio Pregliasco, docente dell'università Statale di Milano.

 

Omicron meno pericolosa di Delta: ecco perché colpisce naso e gola (ma non raggiunge i polmoni)

 

Variante Omicron, cosa dicono gli esperti

Ancora più diretto Roberto Burioni, Professore di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano: «Dare a chi evade l’obbligo vaccinale una multa (100€) una tantum più o meno equivalente a due divieti di sosta (41€x2) rende l’obbligo stesso una grottesca buffonata. Dispiace vederla arrivare da un governo che si credeva serio. Spero di avere capito male», twitta.

 

L'infermiera simbolo

«100 euro , il prezzo della nostra salute. Delle nostre vite. Dei sacrifici che facciamo da due anni, soprattutto noi operatori sanitari (unici, tra l'altro, per cui vige un vero obbligo vaccinale). Per l'ennesima volta saremo noi frontileners a pulire tutto il fango derivante dall'assenza di decisioni forti e coraggiose. Scelte assurde che ricadranno sulle nostre schiene già gravate da due anni di fatica». Sono le parole scritte su Facebook, sulla multa da 100 euro una tantum per gli over 50 che rifiutano il vaccino, da Martina Benedetti, l'operatrice dell'ospedale di Marina di Massa che il 12 marzo 2020 pubblicò la foto del suo viso segnato dalla mascherina.

 

Covid, l'infermiera simbolo: «Da eroine a bersagli. Frustrante vedere in Rianimazione chi poteva salvarsi»

 

 

 

 

 

 

 

«Se uno con 100 euro si libera del problema di vaccinarsi, a me viene da ridere. Trovo che sia una multa assolutamente ridicola, e questa misura non porterà ad ottenere il risultato sperato», dice all'Adnkronos Salute, Massimo Galli, già direttore di Malattie infettive all'ospedale Sacco di Milano. «È una presa in giro, non è un decreto per l'obbligo vaccinale, è una vera presa in giro per i vaccinati», aggiunge Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive all'ospedale San Martino di Genova. «Se si pensa - ricorda il medico - che un triplo vaccinato che durante le feste andava in centro a fare gli acquisti senza la mascherina prendeva 400 euro di multa e uno di 70 che non si vaccina ne prende 100... Per me forse facevano più bella figura a non far niente. Chiaramente - attacca l'infettivologo - è un provvedimento di poco buon senso frutto di mediazione politica probabilmente pre-elezione del Presidente della Repubblica dove non si è voluti arrivare allo scontro ma mi pare che si poteva evitare di prendere un provvedimento del genere, così - conclude - è davvero una presa in giro».

Le misure

Le misure messe in campo, secondo Pregliasco, «non sono sufficientemente incisive» perché si abbia un effetto immediato che freni la corsa dei contagi. Ma cos'è che non ha funzionato, è colpa dei vaccini? «No - risponde netto il virologo - il problema è la diffusività e la contagiosità della variante Omicron. Il vaccino perde un pò la capacità di evitare l'infezione ma comunque - sottolinea - ci sta garantendo un decorso più tranquillo nella maggior parte dei casi, il problema però è che purtroppo i casi sono tanti».

 

 

Ultimo aggiornamento: 22:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA