Cellulosa al posto della plastica: la formula di Davide e Giovanna

ARTICOLI CORRELATI
di Antonio Vastarelli

0
  • 951
Anni fa, un noto comico sosteneva che, quando buttiamo via uno spazzolino da denti, la sua plastica inquina i mari e viene ingerita dai pesci. Così, quando ordiniamo una costosa spigola al ristorante, ci portano a tavola il nostro spazzolino. Ebbene, in futuro potrebbe non essere più così anche grazie a due cervelli in fuga campani, compagni nella vita: il napoletano Davide Mattia e la salernitana Giovanna Laudisio che, insieme alla collega sudafricana Janet Scott, hanno appena battezzato, in Inghilterra, Naturbeads, un'azienda che ha l'obiettivo ambizioso di ridurre drasticamente l'utilizzo delle materie plastiche in numerose produzioni, con un notevole impatto benefico sullo stato di salute dei mari.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 17 Agosto 2019, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP