Graduatorie vuote, a Napoli e in Campania mancano ancora 650 prof di sostegno

di Gianluca Sollazzo

Mancano supplenti specializzati sul sostegno. In cattedra spazio anche ai semplici laureati. Un turnover insufficiente e il freno ai corsi abilitanti aggravano la penuria di docenti ad anno scolastico inoltrato. Un problema serio con cui stanno facendo i conti in questi giorni i dirigenti scolastici di mezza Campania. Mancano all'appello circa 650 docenti in possesso di titolo specializzante per insegnare agli alunni disabili certificati da diagnosi funzionale. A Napoli, secondo quanto si apprende dai posti non assegnati con supplenze dalle liste dei precari storici, vanno coperti 350 posti vacanti, più della metà del resto della regione. A lamentare docenti di sostegno anche il Salernitano, soprattutto nelle scuole dell'agronocerino. A Caserta mancano professori di sostegno alle superiori dove si registra un buco di 110 docenti specializzati. È emergenza sostegno e i presidi stanno facendo i salti mortali per reperire insegnanti. A Napoli e nell'agronocerino i presidi stanno assegnando le cattedre di sostegno anche ai docenti con la sola laurea e senza abilitazione.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 11 Ottobre 2018, 11:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP