Post razzista del prof: «La Costituzione è un libro di m...», il ministro Bussetti manda gli ispettori

«La Costituzione è un libro di m....»: il ministro Bussetti manda gli ispettori
ARTICOLI CORRELATI
«Se qualcuno sale in cattedra per seminare odio e falsità evidentemente non si trova nel posto giusto. E va allontanato dalla scuola. Un concorso vinto non dà il lasciapassare per delirare e offendere». Lo scrive su Facebook il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti, tornando sulla vicenda del docente veneziano Sebastiano Sartori di storia dell'arte di un istituto alberghiero denunciato per aver pubblicato, sul medesimo social network, insulti razzisti e xenofobi.

I post del professore, che Bussetti definisce «inqualificabili», secondo il ministro «se confermati, rappresenterebbero un fatto gravissimo, un comportamento generale non conciliabile con il ruolo di docente. Non è possibile che un insegnante si esprima in questi termini. Per questo ho sollecitato una relazione e un'ispezione: voglio verificare cosa sia realmente accaduto. Una volta accertati i fatti, assumeremo tutte le iniziative e le misure, anche sanzionatorie, necessarie a tutelare gli alunni e tutti i docenti che ogni giorno, anche a costo di enormi sacrifici, permettono alla scuola italiana di svolgere il suo fondamentale ruolo per i nostri giovani», conclude.

I post 
su Facebook del professore di un istituto alberghiero di Venezia avevano preso di mira anche la Costituzione (
«è un libro di merda»).



 
Sabato 20 Aprile 2019, 17:54 - Ultimo aggiornamento: 22 Aprile, 12:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-04-22 10:27:34
Io non dico che si deve tornare indietro di 50 anni quando se vincevi un concorso statale i carabinieri si informavano di che tipo eri: è capitato a me che già lavoravo ed ero in graduatoria per un posto da CT in ferrovia. Un giorno ero fuori dell'officina , sono arrivati due carabinieri e rivolti a me mi dissero che cercavano informazioni su uno che poi ero io. Dissi loro che quel tizio ero io e li ho mandati dal grande capo. Non dico di tornare a quei tempi ma mandare ramengo un insegnante che si fa uscite balorde sulla costituzione deve essere una regola. Su tutti i contratti di lavoro ci sono due grossi capitoli: diritti del lavoratori e obblighi del lavoratore e mentre è il primo che si legge attentamente il secondo nessuno lo legge e i sindacati fanno finta che non esista.
2019-04-21 19:17:05
professore di un istituto alberghiero? professore? ma dai al massimo é uno chef de rang, un maitre d´hotel, o un ex portiere notturno . professore di cosa poi, e dove ha conseguito la professura alla pizzeria da drago o´sloveno?
2019-04-21 17:01:59
mandare gli ispettori ? questo docente va licenziato. w la costituzione italiana.
2019-04-21 15:41:38
se non gli sta bene la costituzione italiana,se ne andasse negli emirati arabi,lì la costituzione è più malleabile

QUICKMAP