Scuola, la Cassazione conferma: maestri diplomati fuori dalle graduatorie

Scuola, la Cassazione conferma: maestri diplomati fuori dalle graduatorie
Scuola, la Suprema corte di Cassazione conferma: i maestri diplomati esclusi dalle graduatorie. Le Sezioni Unite civili della Cassazione hanno respinto il ricorso di un nutrito gruppo di maestri diplomati, confermando la sentenza del Consiglio di Stato, che a fine 2017 ha escluso dalla graduatorie a esaurimento per le scuole materne ed elementari gli insegnanti in possesso del solo diploma magistrale che non avessero partecipato alle sessioni di abilitazione o ai concorsi.

Reddito di cittadinanza, primo progetto M5S: lavoratori utili nelle scuole

Il mistero dei cinque bambini colpiti da tumore nella stessa scuola

 




Una decisione che all'epoca gettò nello sconforto migliaia di persone inserite nelle graduatorie per l'immissione in ruolo nella scuola. I ricorrenti, una trentina, tutti diplomati magistrali, contestavano che il Consiglio di Stato avesse ecceduto nei suoi poteri togliendo valore abilitante al diploma magistrale e denunciando una lesione dei diritti fondamentali, visto che avevano lavorato nella scuola per oltre un ventennio e non erano stati tutelati dai giudici «contro l'arbitrio della Pubblica amministrazione». Motivi ritenuti inammissibili dalla Suprema Corte: la decisione «rimane entro l'ambito di interpretazione e ricostruzione di una complessa normativa».
Lunedì 22 Luglio 2019, 15:57 - Ultimo aggiornamento: 23 Luglio, 11:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-07-23 15:10:40
per insegnare ci vogliono le qualifiche, altrimenti rischiamo che i futuri studenti saranno altri piddini!
2019-07-23 07:18:17
"complessa normativa" che è durata circa venti anni,con persone che hanno insegnato per tutto questo tempo,vergogna!..
2019-07-22 16:57:43
Senza parole ! solo nella "terra dei cachi" succedono certe cose.Fare ricorso alla "Corte di Giustizia Europea" !!..

QUICKMAP