Università, immatricolazioni in calo: in leggero aumento solo Economia e Giurisprudenza

Gli ultimi dati forniti dal Mur, Ministero dell’università e della ricerca

Università, immatricolazioni in calo
Università, immatricolazioni in calo
di Ferdinando Gagliotti
Mercoledì 7 Dicembre 2022, 17:39 - Ultimo agg. 9 Dicembre, 16:17
3 Minuti di Lettura

Nelle nostre Università le immatricolazioni sono in calo. Ad affermarlo sono gli ultimi dati forniti dal Mur, Ministero dell’università e della ricerca, che mostrano come le iscrizioni all’anno accademico corrente siano in discesa rispetto agli ultimi anni. Questo trend va certamente di pari passo con quello raccontato, ad esempio, dagli ultimi report Istat, che testimoniano come l’Italia sia effettivamente un paese sempre più “vecchio” - al 1 gennaio 2022 si contavano 188 persone di almeno 65 anni per 100 giovani con meno di 15 anni, 56 in più rispetto a vent’anni fa -, e un numero sempre crescente di giovani che sperano in un futuro migliore con la scelta di un percorso universitario all’estero.

Due anni fa, per l’anno accademico 2020/21, si contavano 312.388 iscritti. L’anno scorso le immatricolazioni sono state 301.766, mentre quest’anno si è scesi sotto la soglia dei trecentomila: 295.660. Per l’anno accademico 2021/22, il rapporto tra ragazze e ragazzi iscritti è stato 43%-57%, ma nell’anno corrente le immatricolazioni femminili hanno strappato un punto percentuale ai colleghi maschi (44%-56%). Dato, questo, che però non vale per tutte le facoltà.

Nei corsi Stem - comprendente corsi di laurea in scienze, architettura, ingegneria, teconologia, matematica o fisica - le immatricolazioni femminili sono calate dal 39 al 38 per cento. Anche numero totale degli iscritti è sceso: 91.625 contro i 93.913 dell’anno accademico 2021/22. Colpo incassato, per la prima volta dopo molti anni, anche dalle facoltà umanistiche e letterarie: 55.789 iscrizioni contro le 57.285 dello scorso anno.

Questo calo ha dunque colpito tutte le facoltà? Non proprio. Nell’ultimo anno, a registrare un - appena percettibile - aumento di immatricolazioni, sono stati i corsi di laurea delle discipline giuridiche ed economiche: dai 102.326 iscritti del 2021 ai 102.338 attuali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA