Il presidente dei vescovi tedeschi favorevole al diaconato femminile, più diritti alle donne

Martedì 2 Giugno 2020

Un altro piccolo passo in avanti da parte della Chiesa tedesca è stato fatto verso il diaconato femminile. Nel dibattito serrato di questi mesi, da quando si è aperto una sorta di percorso sinodale che durerà due anni su temi cruciali come la trasparenza nelle finanze, il celibato sacerdotale e la grande questione femminile, si è aggiunto un altro importante tassello. Stavolta, riferisce l'agenzia Kna, si tratta di una dichiarazione del presidente della conferenza episcopale, monsignor Georg Baetzing che ha ripetuto che alle donne vanno date più possibilità nella Chiesa di quanto non sia dato loro finora. «Altrimenti la Chiesa potrebbe presto esaurirsi» ha aggiunto.

Il tema dei diritti e della parità dovrà però essere preparato adeguatamente prima di arrivare all'ammissione delle donne al diaconato. Anche se, ha precisato il vescovo, «nulla può essere fatto senza il consenso della Chiesa di Roma» (che come si sa si è  già espressa contro). Baetzing ha aggiunto che lui stesso si farà interprete di queste domande in Vaticano. Il tema dell'uguaglianza tra i sessi a suo parere resta un diritto fondamentale.

Baetzing a proposito dell'attuale dibattito di riforma ha insistito che l'esito potrebbe essere quello di chiedere al Vaticano che «la questione ancora aperta dell'ordinazione delle donne come diaconi di Roma venga perseguita ulteriormente e possa avere una risposta positiva».

 

Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 12:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA