CORONAVIRUS

Coronavirus, vescovo francese positivo e altri 28 in isolamento, erano dal Papa la scorsa settimana

Lunedì 16 Marzo 2020 di Franca Giansoldati
FOTO VATICAN MEDIA

Città del Vaticano - Uno dei vescovi francesi che una settimana fa era stato ricevuti dal Papa, nel palazzo apostolico, per la visita ad limina dell'episcopato (che avviene ogni cinque anni) è risultato positivo al coronavirus. Gli altri 28 vescovi che lo accompagnavano sono attualmente stati messi in isolamento. La notizia è stata riportata dal quotidiano francese La Vie. Si tratterebbe di monsignor Emmanuel Delmas, vescovo di Anger.

Naturalmente la circostanza ha fatto correre ai ripari l'intera conferenza episcopale, anche se a Roma quel giorno vi era solo una parte dei vescovi d'oltralpe. L'isolamento in quarantena è una misura che è scattata immediatamente.

Dalle fotografie disponibili di quel momento si vede che in Vaticano sono state adottate tutte le misure necessarie per evitare contatti ravvicinati, come per esempio le seggiole ben distanziate in una sala del Palazzo Apostolico, in modo da avere almeno un metro di spazio, l'uno dall'altro. Non si sa però se alla fine dell'udienza il Papa ha salutato, come sempre avviene, con una stretta di mano e un breve colloquio ogni vescovo. Secondo il giornale francese lo avrebbe fatto solo con alcuni di loro.

I vescovi che erano presenti quel giorno arrivavano all'Ovest della Francia. Il gruppo era composto da 29 persone. Oltre all'udienza a Santa Marta hanno avuto incontri con diversi altri dicasteri in Vaticano, come sempre avviene in questi casi. 
 

Ultimo aggiornamento: 15:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA