Profughi della nave Diciotti, primi arrivi nelle diocesi della Campania

di Maria Chiara Aulisio

Sono sei i migranti che erano a bordo della nave Diciotti pronti a raggiungere la Campania grazie alla disponibilità offerta da tutte le diocesi della regione. A inviare la lettera ai vertici della Cei, con la quale la Chiesa si dichiarava in prima linea per l'accoglienza dei profughi, è stato monsignor Antonio Di Donna, vescovo di Acerra e delegato alla Carità per la Conferenza Episcopale Campana. Poche righe scritte di suo pugno per offrire al cardinal Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, la totale disponibilità dei vescovi campani, e di Napoli naturalmente, a ospitare uomini, donne e bambini.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 30 Agosto 2018, 08:00 - Ultimo aggiornamento: 30-08-2018 11:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-08-30 09:26:53
"padania is not Italy" è stato di parola, oltre ad accoglierne altri non mandiamo via quelli che erano già qui.

QUICKMAP