Papa Francesco il 29 settembre dedica una grande messa ai migranti

ARTICOLI CORRELATI
di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - Il Papa celebrerà una messa speciale in Vaticano per ricordare al mondo che l'emergenza sui migranti è ancora una ferita aperta. In  occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, il 29 settembre prossimo, Papa Francesco ha fatto sapere che riserverà una celebrazione ad hoc a chi fugge dalla miseria e dalla guerra per costruirsi un avvenire migliore in Europa o negli Stati Uniti. Lo ha fatto sapere la sezione migranti e rifugiati del dicasgero dello Sviluppo umano integrale. Il tema dell'iniziativa è: Non si tratta solo di migranti. 
Il Papa all'udienza: «Mai spaventarsi davanti a chi ci comanda di tacere e ci calunnia»
«Si tratta di tutta la persona, di tutte le persone», ricorda il dicastero. Nel luglio scorso, per ricordare il suo primo viaggio fuori dal Vaticano, a Lampedusa, Francesco ha celebrato a San Pietro una grande messa. A Lampedusa, l'isola nel Mediterraneo che i barconi dalla Libia cercano di raggiungere ogni giorno, aveva pronunciato parole fortissime, il primo monito rivolto all'Europa. Aprite le porte ai fratelli africani.
Muore Silvestrini, grande protagonista dell'Ostpolitik vaticana e rappresentante della corrente progressista
La messa di San Pietro a luglio è stata segnata da questo ricordo. Il coro, gli abiti liturgici neri in segno di lutto per i migranti morti in mare, il canto  del kyrie eleison, tutto portava alla mente le dimensioni molteplici della povertà e il bisogno di un surplus di umanesimo.  La basilica vaticana era stata chiusa ai fedeli e ai giornalisti e aperta solo per i migranti, rifugiati e ong che si occupano dell'accoglienza. 
Giovedì 29 Agosto 2019, 15:52 - Ultimo aggiornamento: 29-08-2019 16:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP