Milano, ruba tre calici d'oro dal santuario San Camillo de Lellis: uno era di san Giovanni Paolo II

Martedì 20 Ottobre 2020
La polizia restituisce i calici al sacrestano

 Un uomo di 36 anni è stato arrestato dalla polizia per aver rubato 3 calici in oro e argento dal santuario «San Camillo de Lellis» a Milano, in via Mauro Macchi. Ieri pomeriggio gli agenti hanno bloccato il ladro in piazza Duca d'Aosta, dopo averlo notato perché il giorno prima gli avevano notificato un divieto di ritorno a Milano di 3 anni per reati contro il patrimonio. Alla vista dei poliziotti l'uomo ha tentato di cambiare direzione ma è stato fermato e controllato: nello zaino nascondeva i 3 oggetti sacri di grande valore utilizzati per celebrare la messa.

Uno di questi calici, in particolare, è risultato essere una «reliquia» poiché era appartenuto a Papa Giovanni Paolo II per poi essere donato all'Ordine Camilliano. Secondo quanto accertato dagli investigatori e confermato dal racconto di un sacrestano, il 36enne si è introdotto nel Santuario e ha tentato di forzare la cassetta delle offerte ma non riuscendoci ha ripiegato portando via i calici. Tutta la refurtiva è stata riconsegnata.

Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre, 18:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA