Il Papa lancia una app per pregare, si chiama click to pray

Il Papa lancia una app per pregare, si chiama click to pray
di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - Visto che ormai si prega poco e che la pia pratica è praticamente sconosciuta ai giovani, Papa Francesco ha pensato di ricorrere ad una app da installare sugli smartphone per seguire meglio il calendario liturgico, recitare rosari, seguire la parola del Vangelo. Chissà se funzionerà. Nella speranza che possa invertire la tendenza il pontefice stamattina ha lanciato un appello dalla finestra del palazzo apostolico. Dopo la preghiera dell'Angelus si è soffermato a parlare della prossima Giornata Mondiale delle Comunicazioni  Sociali, il cui messaggio quest’anno contiene una riflessione sulle comunità della  rete e la comunità umana.

«Internet e social media sono una risorsa del nostro tempo; un’occasione per stare in contatto con gli altri, per   condividere valori e progetti, e per esprimere il desiderio di fare comunità. La rete può aiutarci anche a pregare insieme» ha detto, aggiungendo che «Per questo c'è la piattaforma   ufficiale della Rete Mondiale di Preghiera del Papa: Click To Pray.   Qui inserirò le intenzioni e le richieste di preghiera per la missione  della Chiesa». 

Infine l'appello ai giovani che arriva prima della Gmg di Panama: «Invito soprattutto voi giovani a scaricare l’app Click To Pray,   continuando a pregare insieme a me il Rosario per la pace,  particolarmente durante la Giornata Mondiale della Gioventù».
Domenica 20 Gennaio 2019, 12:48 - Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio, 14:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP