Papa Francesco, annunciare Cristo non è mai una operazione di marketing, serve coerenza nella vita

Città del Vaticano - Come annunciare Cristo? Con la coerenza di una vita semplice, che si basa sul Vangelo. Papa Francesco riflette sulla Prima Lettura in cui San Paolo spiega come la fede venga dall’ascolto e l’ascolto riguardi la Parola di Cristo,e ripete l'abc dell'annuncio cristiano. «L’annuncio di Gesù Cristo è infatti portare non una notizia semplice ma la unica grande Buona Notizia». Il che significa, ha aggiunto, non fare un lavoro di pubblicità o di marketing.

«Non è un lavoro di pubblicità, fare pubblicità per una persona molto buona, che ha fatto del bene, ha guarito tanta gente, e ci ha insegnato cose belle. No, non è pubblicità. Neppure è per fare proselitismo. Se qualcuno va a parlare di Gesù Cristo, a predicare Gesù Cristo per fare proselitismo, no, questo non è annuncio di Cristo: questo è un lavoro, di predicatore, retto dalla logica del marketing. Che cosa è l’annuncio di Cristo? Che non è né proselitismo né pubblicità né marketing: va oltre. Come si può capire questo? È prima di tutto essere inviato». In fondo, ha spiegato, occorre solo mettersi in gioco con la propria vita. Quello che io dico lo faccio».


 
Venerdì 30 Novembre 2018, 18:06 - Ultimo aggiornamento: 30-11-2018 18:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP