L'Ordine di Malta mette al bando tutte le messe in latino, uno schiaffo al Papa emerito

ARTICOLI CORRELATI
di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - Chissà come la prenderà il Papa Emerito. Chissà se si dispiacerà che una sua vecchia direttiva sulla possibilità di celebrare la messa in latino sia stata messa al bando proprio dall'Ordine di Malta, un organismo che, almeno sotto il suo pontificato, ha subito in pochissimi anni una trasformazione enorme, passando da un estremo all'altro. Fino a vietare del tutto le messe con il vecchio messale tridentino. Lo ha stabilito il nuovo maestro, Frà Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, in una lettera inviata a tutti i membri in cui annuncia l'insolita decisione.

Miracoli del latino: salva pure Totti e il suo cucchiaio

 «Ho deciso come supremo garante della coesione e comunione dell’Ordine di san Giovanni di Gerusalemme di cui la Provvidenza mi ha reso Gran Maestro, che d’ora in avanti tutte le cerimonie liturgiche nell’Ordine sia celebrate secondo il rito ordinario della Chiesa (rito di San Paolo VI) e non con il rito straordinario (rito Tridentino). Questa decisione si applica a tutte le celebrazioni liturgiche ufficiali come investiture, messe durante i nostri pellegrinaggi, messe in memoria come anche nelle feste e solennità dell’Ordine».
Mercoledì 12 Giugno 2019, 12:12 - Ultimo aggiornamento: 12-06-2019 12:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP