Al prossimo conclave sarà un americano ad annunciare al mondo il nuovo Papa

di Franca Giansoldati

Città del Vaticano – Al prossimo conclave - quando sarà - ad annunciare al mondo il nome del nuovo Papa sarà un americano. Stamattina è stata resa nota l’ultima nomina di Papa Francesco. Come Camerlengo di Santa Romana Chiesa ha scelto il cardinale Kevin Farrell, attuale prefetto del pontificio consiglio dei Laici e uomo di punta nella ‘geografia’ dell’attuale pontificato. Con la morte del cardinale Jean Louis Tauran, avvenuta l’anno scorso, l’incarico era rimasto scoperto. Si tratta di un ufficio piuttosto sensibile e delicato, soprattutto nel periodo di sede vacante perché al Camerlengo spetta non solo l’annuncio dalla Loggia delle Benedizioni del nuovo Papa, ma tutta l’amministrazione straordinaria del Vaticano per il periodo del conclave.

La Costituzione apostolica Universi Dominici Gregis spiega che il Camerlengo deve anche accertare ufficialmente la morte del Pontefice, apporre i sigilli allo studio e alla camera pontificia, prendere possesso del Palazzo Apostolico e amministrare i beni e i diritti temporali della Santa Sede, con l'aiuto dei tre cardinali assistenti.

La scelta di Farrell come Camerlengo in questo periodo appare doppiamente significativa. Papa Francesco ha voluto rafforzare un cardinale americano indebolito dalle pesanti critiche che in quest’ultimo periodo gli sono piovute addosso per essere stato tra le persone più vicine all’ex cardinale McCarrick, pedofilo e abusatore. Ad accusarlo era stato monsignor Viganò nel pamphet nel quale chiedeva persino le dimissioni di Francesco: «Farrell non poteva non sapere di McCarrick». Papa Bergoglio ha voluto mandare un messaggio di apprezzamento a Farrell, per neutralizzare ogni critica.

Farrell in passato, tra i vari incarichi, è stato amministratore di importanti organismi finanziari negli Stati Uniti: Segretario delle Finanze dell’Arcidiocesi di Washington, Cancelliere dell’Università di Dallas, membro del Consiglio d’amministrazione della Papal Foundation (una organizzazione che provvede ogni anno a generose donazioni alla Santa Sede), e persino “tesoriere” della Conferenza Episcopale americana.
 
 
Giovedì 14 Febbraio 2019, 16:52 - Ultimo aggiornamento: 14-02-2019 17:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP