Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Papa Francesco prepara la valigia per l'Africa, dal 2 al 7 luglio in Sud Sudan e nella Repubblica democratica del Congo

Domenica 29 Maggio 2022
Papa Francesco prepara la valigia per l'Africa, dal 2 al 7 luglio in Sud Sudan e nella Repubblica democratica del Congo

Città del Vaticano - Tra quattro settimane Papa Francesco partirà per un viaggio estenuante in due paesi africani nonostante i problemi di salute che lo tormentano e i guai al ginocchio che lo hanno costretto a usare la sedia a rotelle e il bastone, anche per piccoli spostamenti. La conferma della trasferta nella Repubblica democratica del Congo e nel Sud Sudan è arrivata ieri, con la pubblicazione del programma ufficiale leggermente sfoltito di eventi rispetto l'ipotesi iniziale. Il viaggio si svilupperà dal 2 al 7 luglio e probabilmente anche durante il soggiorno a Kinshasa e a Juba dovrà fare uso della seggiola a rotelle.  Si tratta in ogni caso di un impegno fisicamente faticoso visto che si prevedono migliaia di chilometri di viaggio, cinque diversi voli e una ventina di discorsi, senza contare gli incontri, le messe all'aperto, i colloqui con i capi di stato. In Congo Francesco dovrebbe visitare anche la zona di Goma, dove avvengono quotidianamente scontri, e dove è stato ucciso Luca Attanasio, l'ambasciatore attanasio colpito con la sua guardia del corpo durante una imboscata da parte di un gruppo di ribelli. In questo periodo il clima nella zona resta altamente instabile, tanto che il governo ha dichiarato lo stato d'assedio e introdotto in alcune province la legge marziale come misura estrema nella lotta con i gruppi che compiono attacchi continui nella regione, tra cui diverse fazioni legate allo Stato Islamico. In questo contesto Papa Francesco ha previsto un incontro con le vittime della violenza. Successivamente al Congo il Papa si trasferirà a Juba, in Sud Sudan, un viaggio rimandato già altre due volte per ragioni di sicurezza interna. 

Il Sud Sudan è prevalentemente cristiano e Francesco ha voluto organizzare questo evento insieme all'arcivescovo di Canterbury e al moderatore dell'Assemblea generale della Chiesa di Scozia. Sarà la prima visita congiunta da parte di leader cristiani.

A luglio ricorre l'11esimo anniversario della secessione del Sud Sudan dal Sudan. La guerra civile è scoppiata nel 2013, causando 400.000 morti. Le due fazionii principali hanno firmato un accordo di pace nel 2018, anche se le condizioni generali (come la fame e gli scontri tribali) restano fragili.

Ultimo aggiornamento: 30 Maggio, 16:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA