Nuova Zelanda, Papa Francesco addolorato per l'attentato alle moschee: «Atto insensato»

Nuova Zelanda, Papa Francesco addolorato per l'attentato alle moschee: «Atto insensato»
Città del Vaticano - Papa Francesco è profondamente addolorato per la strage nelle due moschee in Nuova Zelanda. La notizia dell'attentato gli è arrivata mentre si trovava in ritiro spirituale ad Ariccia. «Un insensato atto di violenza». Attraverso un telegramma fatto inviare dal Segretario di Stato vaticano, Papa Bergoglio ha esteso le sue condoglianze a tutti i neozelandesi e alle comunità islamiche, esprimendo «la sua solidarietà a tutti e incoraggiando coloro che in queste ore si stanno impegnando per garantire cure alle vittime, ai familiari, ai feriti e a coloro che sono rimasti colpiti da questa tragedia».

Nuova Zelanda, Mattarella: «Segnale d'allarme gravissimo, rifiutare la storia cancella la civiltà»

Nuova Zelanda, il manifesto del killer: «Sono fascista, mi ispiro a Breivik». Strage annunciata su un forum online
 


Solidarietà e profonda vicinanza a tutti membri della comunità musulmana in Nuova Zelanda è stata espressa - in un comunicato - anche dai vescovi cattolici del Paese. «Siamo inorriditi».
Venerdì 15 Marzo 2019, 13:29 - Ultimo aggiornamento: 15-03-2019 13:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP