Uccide la sua ex compagna: arrestato Giovanni Padovani, ex difensore del Fc Rieti

Giovanni Padovani
Giovanni Padovani
di Marco Ferroni
Mercoledì 24 Agosto 2022, 13:06
2 Minuti di Lettura

RIETI - Uccide a martellate la sua ex compagna: arrestato l'ex difensore del Fc Rieti Giovanni Padovani. Secondo quanto costruito dalla Polizia e riportato sull'edizione odierna de Il Resto del Carlino, il 27enne calciatore marchigiano - a Giarre in D, l'ultima stagione - ha aspettato Alessandra Matteuzzi, meglio conosciuta col diminuitivo di Sandra, sotto la propria abitazione e quando la 56enne se l'è trovato di fronte, gli ha urlato di andarsene. Lui, per tutta risposta, l'ha aggredita e trascinata sotto il porticato del palazzo situato in via Arcoveggio finendola a colpi di martello. A dare l'allarme sono stati alcuni residenti di zona che, richiamati dalle urla della donna, si sono ritrovati dinanzi agli occhi una scena agghiacciante.

L'uomo è stato immediatamente arrestato dalle forze dell'ordine giunte sul posto, mentre per la Matteuzzi, agonizzante a terra all'arrivo dell'ambulanza, non c'è stato nulla da fare ed è morta poco dopo. Padovani era già stato denunciato dalla vittima per "stalking" e aveva ricevuto il divieto di avvicinamento da parte del giudice. Un divieto, però, che putroppo non è bastato alla 56enne bolognese per sfuggire a un destino macabro.

Padovani ha vestito la maglia del Rieti nella prima parte della satgione 2020/21 quella caratterizzata dalla gestione tecnica Campolo-Battisti e nella sua breve permanenza in amarantoceleste si rese protagonista di uno scontro piuttosto duro con un suo compagno di squadra, all'interno dello spogliatoio, che indusse l'allora tecnico Stefano Campolo a mettere sia lui, che l'altro calciatore coinvolto fuori rosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA